Italiani nel mondo, Garavini (Pd): Da italiani all’estero possibile contributo per politiche integrazione

 

“Ottima la scelta di nominare Andrea Riccardi come Ministro della Cooperazione internazionale e dell’Integrazione. Una scelta che rivela la volontà politica precisa di dotarsi di una strategia chiara sulle politiche d’integrazione”. Lo ha detto Laura Garavini, deputata del Partito Democratico eletta nella Circoscrizione Europa, dopo l’annuncio della nuova squadra di governo che sarà guidata dal neosenatore a vita Mario Monti.

 

“Mentre altri paesi europei hanno da tempo sviluppato delle politiche mirate all’immigrazione”, ha continuato Laura Garavini, “negli ultimi anni, l’approccio italiano è stato confuso e irregolare. I pochi interventi sono stati dettati dall’emergenza. La questione è stata trattata come se rappresentasse soltanto un problema per le politiche sociali e un pericolo per l’ordine pubblico. Per il PD invece, l’immigrazione è una risorsa per l’Italia, ma occorre mettere in  atto con urgenza delle politiche attive per l’integrazione”.

“È proprio per valorizzare il capitale umano e sociale degli immigrati che, insieme all’ex Ministro della Salute e della Solidarietà sociale, Livia Turco, ho proposto di istituire presso la Presidenza del Consiglio un Sottosegretariato per l’integrazione e l’accoglienza. Una soluzione molto simile a quella individuata ora dal Presidente Monti”, spiega la deputata PD.

“Andrea Riccardi è una figura autorevole. Sono certa che saprà organizzare le politiche d’immigrazione nella loro complessità per garantire un approccio strutturale alla gestione del fenomeno migratorio. Mi auguro che voglia attingere al patrimonio culturale della nostra emigrazione”, ha concluso Laura Garavini. “Tutt’ora milioni di italiani stanno vivendo la sfida dell’integrazione e i connazionali nel mondo possono offrire un grande contributo per sviluppare efficacemente la convivenza con i nostri immigrati”.

NESSUN COMMENTO

Comments