Italiani nel mondo, Di Biagio (Fli): su retribuzione impiegati a contratto MAE urge intervento

"Malgrado l’avvicinarsi della fine della legislatura ci aspettiamo una presa di responsabilità del Mae nei confronti degli impiegati a contratto della rete consolare, che non solo non ricevono gli adeguamenti previsti dalla legge, ma che addirittura si vedono versare la retribuzione in euro in posti dove vige altra moneta con gravi ripercussioni sul loro potere di acquisto e sulla qualità della vita”. Lo dichiara Aldo Di Biagio, Fli presentatore di un’interrogazione a risposta immediata svoltasi oggi in commissione esteri circa le criticità retributive degli impiegati a contratto del Mae. “Sono lieto però di apprendere che il Mae si stia attivando per correggere almeno l’aspetto relativo alla retribuzione in euro, essendoci ora dei contatti con la ragioneria dello Stato nella direzione di modificare il decreto interministeriale del 2002 che aveva previsto la retribuzione in euro per determinate fattispecie”. “Mi auguro che questa sia una premessa per un percorso urgente di rettifica da parte del Mae  nella speranza che almeno definisca una road map e affronti una alla volta le questioni principali relative ai lavoratori a contratto delle rete diplomatico consolare per garantire loro la tutela di quei diritti inderogabili che per l’amministrazione appiano paradossalmente come dei privilegi”.

NESSUN COMMENTO

Comments