Italiani nel mondo, Circoscrizione estero sempre più in bilico

Primo sì alla riduzione dei Parlamentari. La Commissione Affari Costituzionali del Senato ha cominciato ieri l’esame dei tantissimi emendamenti presentati al testo unificato sulla riforma del parlamento e della forma di Governo.  La Commissione ha al momento approvato la riduzione dei Deputati che da 630 diventano 508, di cui 8 eletti all’estero; e quella dei Senatori, che da 315 diventano 254, di cui 4 eletti all’estero.
 
Tutti gli emendamenti che prevedevano la totale eliminazione della circoscrizione estero sono stati respinti: 12 i voti contrari e 8 quelli a favore. Hanno votato contro l’eliminazione della circoscrizione estero Pd e Udc, Lega Idv e Fli hanno invece votato a favore della eliminazione degli eletti all’estero; il Pdl si è diviso tra le due posizioni.

L’On. Aldo Di Biagio, finiano doc, in una nota spiega: "Se si analizzano i resoconti della commissione I del Senato si può chiaramente notare che i rappresentanti del Gruppo Api-Fli non hanno votato a favore dell’eliminazione della Circoscrizione estero, anche perchè non hanno partecipato a quel voto. Quindi la notizia diramata da alcune agenzie di settore non risulta corrispondente al vero. Appare inevitabile fare chiarezza su un argomento complesso e rilevante che invece vede protagonisti critici e quasi sabotatori referenti di ben altri gruppi, così come i resoconti evidenziano ed io stesso ho provveduto a segnalare in altre occasioni".

NESSUN COMMENTO

Comments