Italiani nel mondo, Casini: ‘Nel Maie vedo affidabilità e serietà. Dobbiamo valorizzare il voto all’estero’

Domenica 27 Maggio si è svolta a Buenos Aires la grande manifestazione italiana del MAIE presso il teatro Tango Porteno. Si è trattato di una grande festa, all’insegna dell’arte, della musica,  della cultura e della tradizione italiana. Allo stesso tempo, un’occasione per il Movimento di Ricardo Merlo per mostrare la grande capacità di mobilitarsi per dare un aiuto solidale alle popolazioni emiliano romagnole colpite dal terremoto dei giorni scorsi: infatti durante l’evento sono stati raccolti fondi da destinare ai terremotati.

E’ stato senza dubbio Pier Ferdinando Casini il super ospite della serata. Il leader Udc ha dichiarato di essere stato molto colpito dall’organizzazione e ha ringraziato il Maie per l’accoglienza calorosa: “Sono molto contento ed emozionato di stare qui con voi,  con tanti connazionali che sentono e coltivano l’orgoglio di essere italiani. Pensavo ad una frase che potesse sintetizzare la nostra riunione di oggi, così bella. Credo che sia la storia che continua’. La storia dell’Italia, di persone italiane che trasmettono ai propri figli l’amore per la patria, patria che magari ancora non conoscono. La doppia cittadinanza è una ricchezza. Noi dobbiamo mantenere e valorizzare il voto all’estero”.

“Mi sento fortunato e contento di avere incontrato nella mia attività parlamentare e politica due personalità come Ricardo Merlo e Mirella Giai, che tengono in piedi il MAIE, che è il Movimento Associativo ‘globale’ della rappresentanza degli italiani all’estero. Per Mirella Giai la politica è veramente essere al servizio degli altri. Lei è stata fondamentale per noi al Senato".

Con Ricardo Merlo, ha continuato Casini, "abbiamo vissuto in Parlamento mesi travagliati a  fine dell’anno passato. Anche lui è stato fondamentale. Ha resistito ad ogni forma di blandizia e di seduzione – e voi sapete a cosa mi riferisco, promesse di incarichi di governo e prebende – offerte per tenere su il traballante governo Berlusconi. Ma lui ha dimostrato, come pochi, affidabilità e serietà. E a noi interessa lavorare per la rinascita del nostro Paese: rinascita morale, di principi e di valori, oltre che economica".

“L’Italia vive un momento di crisi, come tutta l’Europa. Ma oggi abbiamo un grande presidente del Consiglio e una maggioranza –  composta da noi, il centrodestra e il centrosinistra –  che ha superato le divisioni partitiche, e lo sta sostenendo. E’ un momento di grande maturità politica", ha osservato l’ex presidente della Camera.

Da parte sua, Merlo ha dichiarato: "Il MAIE rivendica di rappresentare gli italiani all’estero, è nato per questo. Sono convinto che presto riusciremo ad essere presenti ovunque ci sia un italiano all’estero. Come sapete noi eletti del MAIE non siamo andati in Italia a fare questioni ideologiche, ma a difendere gli interessi degli italiani nel mondo. In questa battaglia, Mirella e io abbiamo cominciato a dialogare con Pier Ferdinando Casini. In lui abbiamo trovato una persona che ha capito. Che ha capito la potenzialità che rappresentiamo. Oggi l’Italia ha bisogno degli italiani all’estero. E noi siamo in prima fila per aiutare l’Italia. L’alleanza strategica con Pier Ferdinando Casini è stata possibile perchè lui crede negli italiani nel mondo. Ma anche perchè noi del MAIE siamo convintissimi che lui sarà protagonista al tavolo delle decisioni, nel prossimo futuro in Italia. Casini per noi – ha conclude il presidente del Maie – è uno dei politici italiani più capaci ed onesti".

NESSUN COMMENTO

Comments