Italiani nel mondo, ambasciatore Bisogniero incontra comunità economica italiana a Detroit

Il 9 luglio scorso l’ambasciatore italiano a Washington DC, Claudio Bisogniero, ha compiuto una missione a Detroit per incontrare i rappresentanti della realtà economica italiana e della nostra comunità.

Dopo il colloquio con l’amministratore delegato di Fiat-Chrysler, Sergio Marchionne, l’ambasciatore ha avuto una colazione di lavoro con i rappresentanti della Contea di Oakland, di particolare interesse per la folta presenza di aziende italiane, e delle aziende italiane Magneti Marelli, Marposs e Stola Group, con cui ha discusso possibili opportunità di affari e di investimenti per le nostre aziende.

In particolare, i presidenti di Magneti Marelli USA e Marposs America hanno illustrato le attività nel mercato americano delle rispettive aziende, indotte dal costante incremento della domanda nel settore dell’automobile e dalla possibilità estendere le proprie attività verso nuovi segmenti di mercato, anche tramite l’acquisizione di altre aziende.

Con i rappresentanti della Contea e del locale ente di promozione commerciale (Oakland County Economic Development), l’ambasciatore Bisogniero ha affrontato i seguiti della visita in Italia, nel marzo 2012, di una delegazione dello Stato del Michigan, nonché le modalità di promozione degli investimenti sia in Italia sia nel Michigan e possibili nuove aree di collaborazione. Fra gli incentivi previsti dalla legislazione locale è stato in particolare posto l’accento, oltre che sulla riduzione della pressione fiscale sulle imprese, sulla agevolazione nella Oakland County di fornire gratuitamente per 90 giorni spazi commerciali ai nuovi investitori. È stato affrontato anche il tema dei visti di ingresso per operatori commerciali ed investitori.

Nel cordiale incontro con la comunità italiana del Michigan, l’ambasciatore Bisogniero ha sottolineato l’importante contributo che la comunità della circoscrizione ha dato e continua a dare alla promozione della lingua e della cultura italiana, fra l’altro in occasione delle celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia. Egli ha posto l’accento anche sull’Anno della Cultura Italiana 2013, dicendosi certo di poter contare ancora una volta sull’appoggio della comunità di Detroit.

L’ambasciatore ha poi incontrato i membri della Italian American Alliance for Business and Technology, tra cui numerosi esponenti di imprese italiane in loco quali Comau, Teksid, Homedics, Fata Aluminum, ED Group e Venture USA, e rappresentati locali di altri imprese italiane presenti negli Stati Uniti. Nel corso dell’incontro si è discusso di possibili azioni per l’ulteriore rafforzamento della nostra presenza commerciale in quest’area, oltre che di possibili sinergie nell’ambito delle iniziative per l’Anno della Cultura Italiana negli USA 2013.

NESSUN COMMENTO

Comments