Italiani nel mondo, Aloisi (Fli): E’ l’ora di lavorare per una nuova destra

Dall’Australia Maurizio Aloisi, Coordinatore del Fli per quel Paese, interviene nel dibattito che riguarda le ultime scelte politiche portate avanti dal presidente della Camera Gianfranco Fini, leader di Futuro e Libertà.
 
"Devo essere sincero – ammette Aloisi in una nota – e confessare che quando Gianfranco Fini si è staccato con furore dal triunvirato che aveva fatto entusiasmare il popolo italiano, finalmente libero dalla miriade di partitini e dal Comunismo estremo, mi sono detto: ma non poteva aspettare la fine del mandato per liberarsi della zavorra Bossi e dell’abile imprenditore poco propenso alla politica Silvio Berlusconi? Così facendo ha messo in difficoltà tutta la Destra vera ed ha fatto il gioco di gente come Rutelli e Casini che si sono inventati il Terzo Polo per non sparire completamente dal quadro politico italiano ormai orientato definitivamente verso il bipolarismo". Tuttavia, "oggi, a distanza di svariati tormentati mesi, devo ammettere che continuare a sopportare le continue sparate della Lega e del suo degno rappresentante sarebbe stata impresa ardua anche per Giobbe e San Paolino da Nola".
 
Così, ciò "che a prima vista può apparire come un grosso errore politico, a lungo andare si potrebbe invece dimostrare producente". Adesso, per Aloisi, è ora di "ricominciare con umiltà e onestà a lavorare per una destra nuova ed innovatrice, lasciando fuori tutti quegli elementi che per pura convenienza, e non per coerenza, restano al servizio del Cavaliere".

NESSUN COMMENTO

Comments