Italiani in Venezuela, per tutto il 2018 tasso agevolato per le tariffe consolari

La Farnesina ha disposto “prorogare la misura straordinaria per il mantenimento di un tasso agevolato di ragguaglio per le tariffe consolari, salvo per l’emissione dei visti d’ingresso”

È stato prorogato a tutto il 2018 il tasso agevolato per le tariffe consolari in Venezuela. È quanto conferma l’Ambasciata italiana a Caracas in una nota in cui spiega che “alla luce del protrarsi della particolare situazione del Venezuela”, la Farnesina, “preoccupata dalle conseguenze sfavorevoli che potrebbero ricadere sui nostri cittadini a causa dell’aumento dei costi dei diritti consolari”, ha disposto di “prorogare la misura straordinaria per il mantenimento di un tasso agevolato di ragguaglio per le tariffe consolari, salvo per l’emissione dei visti d’ingresso, parametrandolo a quello emesso il 1 giugno 2017 ed alle successive ulteriori svalutazioni del DICOM”.

Il tasso in questione – chiarisce l’Ambasciata, secondo quanto riporta l’Aise – “corrisponderà pertanto al cambio ufficiale della Banca d’Italia del primo giugno scorso e sarà in vigore dal primo luglio 2018 al 31 dicembre 2018, fatti salvi eventuali ulteriori adeguamenti derivanti dalle oscillazioni monetarie”.