Italiani in Argentina, il cordoglio di Gazzola (MAIE) per la scomparsa di Bruno Pegorin

“Non ci sono parole per ringraziare quanto Bruno Pegorin ha fatto per la nostra comunitá, con lui se ne va un pezzo della nostra storia”

“E’ con grande dolore e infinita tristezza che vengo a conoscenza della improvvisa scomparsa sabato 14 ottobre di Bruno Pegorin, dirigente di spicco della comunitá italiana di Mendoza, giá Presidente del Com.It.Es. di Mendoza”. Lo scrive in una nota Mariano Gazzola, coordinatore nazionale MAIE Argentina.

“Bruno Pegorin nato a Castelfranco Veneto (TV) nel 1936, era da giovane emigrato a Mendoza, Argentina, insieme ai genitori e alla famiglia. Da sempre coinvolto nelle attivitá della comunitá italiana, ha dedicato gran parte della sua vita all’associazionismo italiano e veneto, specialmente di Mendoza. Era particolarmente legato, insieme alla moglie Perla scomparsa poco tempo fa, all’Associazione Veneta di Mendoza, il cui direttivo ancor oggi integrava e della quale fu Presidente tra il 1995 e il 2004”.

“Attivissimo anche nel CAVA – Comitato delle Associazioni Venete dell’Argentina -, del quale fu parte del direttivo rappresentando i veneti di Mendoza dal 1995 fino al 2014, essendo stato Vicepresidente nel 2000-01 e 2006-08. Imprenditore di successo, era tra i fondatori e dirigente della Camera di Commercio Italiana di Mendoza, della quale attualmente era Vicepresidente. Membro del Com.It.Es. di Mendoza, da lungo tempo, ricoprì la carica di Presidente tra il 2004-2011. Il Presidente della Repubblica aveva riconosciuto i suoi meriti come imprenditore e come dirigente del volontariato italiano in Argentina, conferendogli l’onorificenza di Cavaliere della Stella di Solidarietá italiana nel 2010”.

“Ho conosciuto Bruno oltre 20 anni fa e nonostante l’appartenenza a due generazioni diverse mi ha onorato con la sua sincera amicizia, il suo leale consiglio e la sua permanente collaborazione, specialmente nella nostra comune esperienza nel CAVA e negli organismi di rappresentanza della comunitá. Non ci sono parole per ringraziare quanto Bruno Pegorin ha fatto per la nostra comunitá, con lui se ne va un pezzo della nostra storia. La sua partenza lascia un grande vuoto, ma anche una testimonianza di vita che continuerà a incoraggiarci sempre”.

“A nome mio personale e di tutto il MAIE Argentina – conclude Gazzola -, esprimo ai figli Pablo e Carolina, alla famiglia tutta, le più sincere e sentite condoglianze”.