Italiani all’estero, Zacchera lascia il PdL per fare esclusivamente il sindaco di Verbania

Marco Zacchera, sindaco di Verbania, si è dimesso da deputato del PdL per fare solo il lavoro da primo cittadino della sua città. E’ stato lo stesso Zacchera ad annunciarlo oggi in conferenza stampa.

Zacchera è stato in Parlamento per quasi 18 anni.

Il sindaco di Verbania ha spiegato: "L’attuale situazione economica cittadina ed i problemi che attraversa la nostra comunita’ di Verbania mi obbligano moralmente ad essere sindaco a tempo pieno. Tutto cio’ anche per dare piu’ forza, credibilita’ ed impegno personale al rimpasto di giunta che e’ in corso".

"’L’invito ad optare mi e’ stato comunicato mercoledi’ 14 dicembre e nella stessa giornata ho subito comunicato la mia scelta al presidente della Camera Gianfranco Fini con il quale ho avuto un lungo e cordiale colloquio", ha detto l’ormai ex deputato, aggiungendo che da diversi mesi aveva già messo il suo mandato parlamentare a disposizione dei vertici del Popolo della Libertà, "ma ero stato invitato dal segretario Alfano a non dimettermi,  apprezzando la mia attivita’ ed esperienza parlamentare: un particolare che non avevo mai reso pubblico".

Marco Zacchera, prima di far parte del PdL, è stato per anni responsabile Esteri di Allenza Nazionale, sempre molto vicino all’universo degli italiani nel mondo. E’ stato proprio Zacchera ad occuparsi, alle politiche del 2008, di confezionare le liste elettorali – insieme a Barbara Contini, allora responsabile del PdL nel Mondo e oggi senatrice Fli – per la Circoscrizione Estero.

NESSUN COMMENTO

Comments