Italiani all’estero, un contrattista in più al consolato di Miami

Francesca La Marca (Pd): “Riconosciuta dalla Farnesina l’esigenza da me avanzata di aumentare il personale”

“Ho avuto conferma che la sollecitazione da me rivolta ai responsabili del MAECI, in occasione del recente incontro con il Direttore generale per le risorse e l’innovazione, Ministro Plenipotenziario Luca Sabbatucci (v. comunicato del 15 maggio 2018) in ordine all’esigenza di rafforzare la dotazione di personale nel consolato di Miami, sia andata a buon fine”. Lo dichiara in una nota Francesca La Marca, deputata Pd eletta nel Nord e Centro America e residente in Canada.

“Sono contenta di poter dire, infatti, che l’urgenza di intervenire in una situazione di crescente sovraccarico amministrativo, come quello che si è determinato a Miami, soprattutto per l’arrivo di italiani provenienti dal Venezuela, abbia trovato piena corrispondenza presso la Farnesina, che ha deciso di autorizzare l’assunzione di un contrattista in aggiunta al personale esistente”.

“Mi auguro che l’invito, che nella stessa occasione ho espresso, di dotare i consolati onorari del Connecticut e del New Jersey delle apparecchiature elettroniche per la ricezione e la trasmissione dei dati biometrici, in distribuzione nel giro di qualche mese, possa essere ugualmente accolto per venire incontro, almeno sotto questo aspetto, alle esigenze dei nostri connazionali lì residenti”, conclude La Marca.