Italiani all’estero, Successo della piadina romagnola a Bruxelles

Confermato il trionfo estero della piadina romagnola a “Re: new progressive Convention” meeting di tutti i partiti progressisti europei che si è tenuto a Bruxelles il 25 e il 26 novembre. Su invito del circolo PD di Bruxelles, a seguito della buona riuscita alla Festa de l’Unità tenutasi a settembre in Lussemburgo, un gruppo di volontari del PD cesenate, tra cui l’assessore provinciale Luciana Garbuglia e Albert Alessandri, capogruppo al Consiglio comunale a San Mauro Pascoli, è partito alla volta del Belgio con un pieno di piadine, salame romagnolo, prosciutti, formaggio squacquerone e formaggio di fossa, miele. Moltissimi delegati dei partiti progressisti di tutti i paesi europei hanno potuto beneficiare di uno dei prodotti principali della cucina romagnola, dimostrando notevole apprezzamento.
 

«E’ stata un’esperienza emozionante – racconta Amedeo Lusini, partecipante alla spedizione cesenate – e siamo stati accolti con tanto calore dai nostri amici e compagni belgi del circolo PD di Bruxelles; lo stand italiano è quello che ha riscosso maggior interesse grazie alla laboriosità dei nostri connazionali che vivono là e ai prodotti della nostra Italia. Abbiamo avuto conferma diretta che Cesena, e più in generale la Romagna, è apprezzata all’estero soprattutto come la terra del buon vivere. Per parte nostra siamo orgogliosi nel nostro piccolo di aver contribuito a rinsaldare i legami con gli italiani che vivono all’estero, dimostrando che i volontari del PD rappresentano l’Italia che si rimbocca le maniche e si mette al servizio dei propri concittadini». 

 

NESSUN COMMENTO

Comments