Italiani all’estero, Stefano Corti nuovo coordinatore MAIE negli Usa

Imprenditore di successo residente da anni negli States, curerà i rapporti con le imprese italiane che operano negli Stati Uniti: “Il MAIE è la mia casa politica”

Stefano Corti, a sinistra nella foto, stringe la mano al presidente del MAIE, On. Ricardo Merlo

Stefano Corti, imprenditore italiano di successo residente negli Stati Uniti, entra nella grande famiglia del MAIE – Movimento Associativo Italiani all’Estero. Curerà i rapporti con le imprese italiane che operano negli Usa.

Dunque le file dei militanti del MAIE continuano ad ingrossarsi in tutta la circoscrizione estero. Dopo le ultime adesioni dalla Repubblica Dominicana e dal Costa Rica, oggi Stefano Corti ha scelto di aderire al MAIE per impegnarsi politicamente a favore degli italiani all’estero.

Presente al primo Congresso Nord e Centro America tenutosi a Santo Domingo, Repubblica Dominicana, Corti è rimasto entusiasta del progetto. Settimane dopo, ha incontrato a Roma il presidente del MAIE, On. Ricardo Merlo, e il coordinatore MAIE per il Nord e Centro America, Ricky Filosa.

Durante la colazione di lavoro, e successivamente in un incontro svoltosi negli uffici del MAIE presso la Camera dei Deputati, al quale ha partecipato anche Antonella Rega, capo segreteria del MAIE, sono state analizzate le prospettive di sviluppo e si sono discussi insieme le strategie e i percorsi. E’ stato in quel momento che Corti ha deciso, da italiano nel mondo, che il Movimento Associativo era la scelta giusta.

“Seppure emigrato negli Stati Uniti da oltre 33 anni, non ho mai smesso di essere e sentirmi italiano, anche se da lontano”, dichiara Corti in una nota. “Purtroppo – continua – ho potuto anche verificare l’assenza di attenzione delle esigenze di noi italiani residenti all’estero da parte delle istituzioni, oltre alle problematiche degli italiani che vogliono tornare ad investire in Italia”.

Negli uffici del MAIE a Roma presso la Camera dei Deputati
Negli uffici del MAIE a Roma presso la Camera dei Deputati

“Stanco di vedere gli italiani nel mondo trattati da cittadini di serie B, dalle nostre istituzioni e dai partiti romani, mi sono resto conto che il MAIE è l’unico movimento che io abbia mai incontrato che parla a noi italiani residenti all’estero, si interessa e cerca di capire le nostre problematiche, è attivo sul territorio sempre, non solo quando si tratta di raccogliere voti, come fanno invece tutti gli altri partiti”.

“Il MAIE è la mia casa politica”, sottolinea Corti. “Dopo aver incontrato il Presidente, Ricardo Merlo, che mi ha proposto questo importante ruolo all’interno della mia ripartizione, ho accettato la sua nomina e ho già iniziato a lavorare alla crescita del MAIE per proteggere e tutelare i nostri diritti di italiani all’estero e, in particolare, per far sapere ai tanti imprenditori italiani già radicati negli States, e a quelli che vorrebbero farlo ma non hanno punti di riferimento, che il MAIE c’è e che è dalla loro parte”.

Da parte del Presidente del MAIE Ricardo Merlo e del coordinatore MAIE Nord e Centro America, Ricky Filosa, gli auguri di buon lavoro a Stefano Corti, nell’interesse dei nostri connazionali e del Sistema Italia negli Usa.