Italiani all’estero, Scopelliti ai calabresi nel mondo: la Calabria ha bisogno di voi

"La Calabria ha bisogno del vostro contributo. Vi ringrazio per tutto ciò che riusciremo a realizzare insieme perché il futuro dei calabresi si gioca anche fuori dai confini della regione". Così il presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti, è intervenuto in apertura dei lavori della riunione della Consulta dei Calabresi all’estero, in corso a Vibo Valentia fino a sabato 14 aprile.
 
"La collaborazione e le sinergie con i calabresi che vivono fuori dai confini regionali – ha sottolineato Scopelliti – sono essenziali per far crescere questa terra in virtù di un legame solidissimo e di un filo diretto che esiste con le comunità sparse in tutto il globo. Una comunità in giro per il mondo che ci rappresenta e ci rende orgogliosi".
 
"Così come, – ha aggiunto – su scala nazionale, tra i corregionali che hanno raggiunto posizioni di prestigio e che sono viva testimonianza del volto onesto e concreto della Calabria si distingue l’attuale sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Antonio Catricalà".
 
"Viviamo una stagione difficile e complessa – ha proseguito il presidente della Calabria – dalla quale, ne siamo convinti, può partire la rinascita della regione. Serve un impegno corale per rifondare la Calabria utilizzando strumenti innovativi. Siamo pronti a vincere ogni tipo di resistenza da parte di chi si oppone al cambiamento  perché questo è il momento di osare".
 
"Ho chiesto ad Alfonsino Grillo, affidandogli la delega all’Emigrazione – ha annunciato poi Scopelliti – di curare questo settore immaginando di costruire con i nostri corregionali nel mondo un percorso che passi attraverso  iniziative utili alla promozione della nostra terra, soprattutto in chiave turistica e che guardi al rafforzamento delle esportazioni dei prodotti calabresi e alla loro collocazione nei mercati esteri. Non secondaria l’attenzione che intendiamo rivolgere ai figli e ai nipoti degli immigrati a salvaguardia della nostra identità e della lingua italiana nell’ottica di saldare il legame con la terra d’origine".
 
"Noi – ha assicurato il presidente – cerchiamo di portare avanti il nostro progetto facendo gioco di squadra con senso di responsabilità e la ferma volontà di far crescere la regione".
 
"Stiamo lavorando al Testo Unico per l’immigrazione – ha poi concluso – perché vogliamo occuparci dei calabresi nel mondo in maniera concreta valorizzando un patrimonio, composto dai circa 4 milioni di calabresi all’estero, che può fattivamente contribuire alla crescita della nostra regione".
 
Durante i lavori di oggi è stato anche annunciato che tornerà in pubblicazione la rivista della giunta regionale "I calabresi nel Mondo". Il periodico, con una rinnovata veste grafica, diretto da Oldani Mesoraca, è stato presentato e distribuito tra i partecipanti della Consulta.

NESSUN COMMENTO

Comments