Italiani all’estero, Romagnoli (PdL): Movimento delle Libertà sbarca sul sito del PdL

Il sito web del Movimento delle Libertà, fondato e prosieduto dall’On. Massimo Romagnoli, PdL, sbarca sul sito ufficiale del Popolo della Libertà. Fra i siti della galassia PdL, infatti, da oggi possiamo trovare anche www.movimentodelleliberta.org; un modo per assicurare ancor maggiore visibilità al Movimento di Romagnoli.

"Sono particolarmente soddisfatto del collegamento fra il sito del PdL e quello del MdL, che avevo caldeggiato da tempo perchè convinto della necessità di aprire percorsi nuovi e appetibili ai giovani, da affiancare al lavoro di valorizzazione e sostegno all’idea liberale che già facciamo sul territorio", dichiara il presidente Romagnoli.

"Dopo avere parlato con il segretario del PdL Angelino Alfano, e dopo essermi coordinato con l’On. Antonio Palmieri, responsabile internet e comunicazione sul web del partito, la mia richiesta è stata approvata. Di questo ringrazio il segretario del PdL, che con la sua decisione ha confermato di avere capito l’importanza del nostro movimento. Il fatto di essere sul sito ufficiale del PdL è per noi un forte passo in avanti, che ci dà ancora più forza per proseguire con il percorso verso le difficili ma ambiziose sfide che ci attendono, le elezioni del Comites prima e quelle politiche poi".

Romagnoli ci tiene a sottolineare che quella del Movimento delle Libertà è l’unica realtà presente sul sito PdL che rappresenta gli italiani all’estero, ovunque siano nel mondo: "Da oggi anche gli italiani all’estero trovano il loro spazio e il loro punto di riferimento sul sito del PdL. Per loro il Movimento delle Libertà rappresenta già una importante realtà, ma il nostro obiettivo è di crescere ancora, di coinvolgere le forze più giovani e anche di far riguadagnare al PdL quella fascia di cittadini delusa e tentata dal non voto: oggi più che mai – conclude l’esponente PdL – è importante far passare il messaggio che l’astensionismo fa male alla democrazia, perchè avvantaggia i capipopolo più astuti e i guerrieri dell’antipolitica, addestrati a distruggere ma incapaci di ricostruire".

NESSUN COMMENTO

Comments