Italiani all’estero, Romagnoli (PdL) fra i connazionali di Svizzera, Francia e Regno Unito

Massimo Romagnoli, PdL, continua il suo tour europeo fra gli italiani nel mondo. Il presidente del Movimento delle Libertà è stato in Germania e Grecia, poi in Svizzera, a San Gallo e a Zurigo, e si prepara ad andare in Francia e nel Regno Unito.

A San Gallo Romagnoli, invitato da Pietro Cappelli – produttore del panettone italiano "più buono d’Europa", e premiato lo scorso anno da Confine (Confederazioni Imprenditori italiani in Europa) – è stato ospite della manifestazione organizzata dall’associazione "Siciliani a San Gallo", un evento ricco di italianità e sapori siciliani. Presenti oltre cinquecento persone. "E’ stata una splendida serata, con balli e canti della nostra terra, di quella amata Sicilia che ogni siciliano si porta nel cuore, ovunque sia", racconta il presidente MdL. "Ho avuto l’opportunità di parlare con tantissimi italiani, siciliani che pur vivendo in Svizzera hanno comunque un contatto costante, frequente, con la propria Regione. Con loro abbiamo discusso del futuro degli italiani all’estero e della possibilità di rendere ancora più stretto il rapporto fra i siciliani di San Gallo e la Sicilia". "Partecipare all’evento mi ha riempito di orgoglio", aggiunge Romagnoli. Con lui, c’era anche Fausto Mandarano, Vicepresidente MdL.

Romagnoli ha fatto quindi tappa a Zurigo, dove ha incontrato fra gli altri Antonio Campanile, con il quale si è parlato di Popolo della Libertà in modo costruttivo, guardando anche alle prossime elezioni politiche, oltre che dell’attuale situazione politica italiana con l’arrivo del Governo Monti. Sempre da Zurigo arriva l’ultima iniziativa di Confine, che sta lavorando per creare un gruppo che veda protagonisti i migliori avvocati italiani che operano in Svizzera.

Da domani Romagnoli sarà a Parigi: andrà a fare visita all’Ambasciata d’Italia, insieme ai referenti parigini del MdL, Francesca D’Arch e Enrico Orlando. Sempre nella capitale francese incontrerà Giancarlo Galliani, esponente storico della destra francese, e Pio Pirolo, forzista da sempre poi entrato nel Popolo della Libertà. Ci sarà tempo anche per un incontro con il presidente del Comites di Parigi, Mario Porpiglia, con cui si affronteranno temi relativi alle prossime elezioni di Comites e Cgie.

Romagnoli prenderà quindi un volo per il Regno Unito: a Londra incontrerà il Coordinatore nazionale MdL, Adriano Visconti, per studiare prossime iniziative sul territorio. "Non voglio smettere di dare calore ai nostri connazionali, credo che il rapporto sul territorio sia importantissimo: ogni volta, mi rendo conto di quanto sia fondamentale per le nostre comunità avere un punto di riferimento in Italia. Gli italiani all’estero sanno di poter contare sul Movimento delle Libertà: continuiamo a seminare – conclude Romagnoli -, certi di raccogliere buoni frutti quando arriverà il momento".

NESSUN COMMENTO

Comments