Italiani all’estero, rinnovare subito Comites e Cgie – di Giuseppe Musso

Ancora una volta il dibattito si concentra sulla possibilità di prorogare il rinnovo degli Organismi di Rappresentanza, Comites e CGIE. Gli stessi sono ormai già stanchi, non solo perchè non viene rispettata la Democrazia dell’alternanza, ma anche perchè le risorse ormai ridotte al lumicino ne hanno sminuito il ruolo nei confronti delle rispettive collettività di rappresentanza. Ci lascia piuttosto perplessi la richiesta dell’On.le Razzi di una ulteriore proroga “per mancaza di fondi”, come se la democrazia venisse dettata dal denaro o da altre forme sostitutive dello stesso. Lo sperpero di denaro per il rinnovo di Comites e CGIE, a detta dell’On.le Razzi, verrebbe ad essere evitato in quanto i fondi (circa 7 milioni di Euro) verrebbero ad essere utilizzati per la piena operatività degli stessi. L’On.le Razzi forse non ha ancora capito, e di riflesso neanche il Ministro Giarda, che i Comites ed il CGIE non possono più reggere una fase di stallo completo, in parte dovuta a mancanza di risorse ed in parte necessaria per ristabilire quel senso di democrazia che è alla base di tutte le iniziative che gli stessi svolgono nei confronti delle collettività di riferimento. La necessità di andare alle elezioni  è alla base di una richiesta sempre più forte da parte dei membri dei Comitati stessi, logorati ormai da decisioni che non rispettano la volontà degli stessi  e soprattutto non danno la possibilità ad una emigrazione giovane ed emergente di mettere a disposizione tutta la loro preparazione sia culturale che di idee. I nostri Rappresentanti eletti all’estero debbono “alzare” la voce perchè ormai le politiche per gli italiani all’estero sono  passate in secondo piano ed i continui interventi mirati alla  cancellazione della  Circoscrizione Esetro ne sono  la prova lampante. Rinnoviamo subito e senza altre proroghe questi Organismi di Rappresentanza immettendo dentro nuova linfa giovanile che sicuramente porterà alla rinascita ed alla rivalorizzazione degli italiani all’estero.

*Presidente COMITES NSW

NESSUN COMMENTO

Comments