Italiani all’estero, Protocollo di intesa Veneto – regione marocchina

Il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, e il presidente della Regione del Marocco di Marrakech Tensift Al Haouz, Hamid Narjisse, hanno sottoscritto questa mattina a Palazzo Balbi di Venezia un Protocollo di Intesa finalizzato a rafforzare le relazioni d’amicizia tra le due realtà regionali e promuovere il reciproco sviluppo tramite la realizzazione di attività di collaborazione. La firma è avvenuta nel corso del consueto Punto Stampa al termine della seduta della Giunta veneta, presenti esponenti del mondo economico e produttivo regionale, ed è stata preceduta da un lungo e cordiale colloquio privato tra Luca Zaia e Hamid Narjisse. Veneto e regione di Marrakech Tensift Al Haouz si sono impegnati a promuovere azioni per sviluppare e intensificare la reciproca collaborazione nei settori d’interesse comune; a operare per creare legami più solidi con l’obiettivo di promuovere il reciproco sviluppo economico, sociale e culturale; a scambiarsi informazioni ed esperienze su commercio e investimenti e promuovere scambi di visite di delegazioni commerciali e di operatori del mondo economico; a incoraggiare la partecipazione di delegazioni e soggetti privati a fiere commerciali e manifestazioni che si svolgano nei rispettivi territori. La Regione di Marrakech-Tensift-Al Haouz, nella zona centro-occidentale del Marocco, è composta da sei province, ha una popolazione di oltre 3 milioni di persone e una a superficie di 31.160 km², equivalente al 4,4% del territorio nazionale. Il tasso di disoccupazione è del 5,3 %.

L’occupazione prevalente è in agricoltura; nel manifatturiero sono numerose le piccole e medie imprese e quelle artigiane. Di notevole importanza solo la pesca e le attività minerarie. Prima di diventare presidente Hamid Narjisse è stato deputato del distretto di Rhamna e Vice Presidente del Parlamento. Nel 2009, è stato eletto nel Consiglio della città di Marrakech diventandone Vice Presidente per diventare poi presidente del Consiglio regionale. E’ ingegnere agronomo ed ha conseguito il dottorato in Ecologia delle Terre Marginali presso l’Università di Stato dell’Utah a Logan, negli Stati Uniti. Prima di dedicarsi all’attività politica e amministrativa, è stato Professore Associato presso la Facoltà di Risorse Naturali dell’Università di Stato dell’Utah ed ha ricoperto il ruolo di Direttore Generale dell’Istituto Nazionale della Ricerca Agronomica (INRA) a Rabat (Marocco).

NESSUN COMMENTO

Comments