Italiani all’estero: prima giornata di Plenaria CGIE, “la voce dei territori”

L’intervento di Luigi Maria Vignali, direttore generale per gli Italiani all'estero e le Politiche migratorie del Maeci: “Fondamentale ruolo del CGIE”

Si è tenuta oggi nella sala Conferenze Internazionali della Farnesina la prima giornata dell’Assemblea Plenaria del Consiglio Generale degli Italiani all’Estero. All’ordine del giorno l’approvazione del documento di riforma della rappresentanza Comites e CGIE; la nuova legge elettorale e le elezioni legislative; la rete diplomatico-consolare italiana all’estero. Nel pomeriggio si sono tenute le relazioni delle commissioni continentali e la presentazione dei programmi.

Intervenuto il direttore generale per gli Italiani all’estero e le Politiche migratorie del Maeci, Luigi Maria Vignali. Dal Consiglio generale degli italiani all’estero, ha detto, “ho percepito una voglia di concretezza, di risultati, un impegno obiettivamente importante da parte di tutti i consiglieri”.

Questo impegno è “fondamentale anche perché il primo argomento che la plenaria tocca è la riforma degli organismi rappresentativi degli italiani all’estero. Una riforma importante non solo perché è da tanto tempo attesa, non solo perché è giusta nelle priorità, ma anche perché il ministero degli Esteri ha davvero bisogno di un rinnovato rapporto di collaborazione e integrazione con il CGIE”.

Secondo Vignali il CGIE rappresenta “la voce dei territori”, “un riscontro diretto di quello di cui hanno bisogno gli italiani all’estero. Il CGIE ha una funzione base, organica a quella delle strutture della Farnesina. Sulla base di questa voce degli italiani all’estero che voi rappresentate noi siamo chiamati a rimboccarci le maniche”.

Dunque c‘è bisogno di un “CGIE che ci accompagni nei percorsi di formazione e di cambiamento con stimoli, idee e un confronto permanente” soprattutto su due temi, “la digitalizzazione dei servizi e la nuova mobilità, che è un tema ineludibile”. “Abbiamo bisogno anche di stimoli e di un confronto serrato sulle situazioni di emergenza, di crisi”, pensando “al Venezuela, ai cittadini che stanno vivendo le attese legate alla Brexit, ma anche alle emergenze in Zimbabwe, o in Sudafrica che vive una stagione di pericoli”.

Giovedì seconda giornata di Plenaria, interverrà il ministro degli Esteri Angelino Alfano alle ore 10. A seguire, verrà presentata la relazione di Governo, con un aggiornamento sulle politiche di interesse degli Italiani all’estero promosse dall’esecutivo. L’Assemblea si concluderà venerdì 24.