Italiani all’estero, Porta (Pd): Maggiore lavoro di squadra fra eletti avrebbe giovato

Fabio Porta, deputato Pd eletto nella ripartizione estera Sud America, intervenendo al Consiglio generale degli italiani all’estero, in corso alla Farnesina, ha detto: "Da un governo tecnico ci si aspetterebbe un atteggiamento pragmatico e scelte coraggiose: un salto di qualità anche riguardo al tema degli italiani nel mondo. Chiediamo al Governo di uscire da logiche vecchie e superate".

Secondo il deputato residente in Brasile in questa fase di transizione bisognerebbe mettere in atto "un’inversione di tendenza", ma "per cambiare registro serve anche autocritica. Un maggiore lavoro di squadra tra eletti all’estero avrebbe giovato alla causa, come a un maggior coordinamento tra Camera e Senato".

Per quanto riguarda il rinnovo di Comites e Cgie, Porta crede che sia giusto "convocare le elezioni immediatamente con la legge attualmente vigente, possibilmente entro il primo semestre del 2013". Ricordiamo che il segretario generale del Cgie, Elio Carozza, ha chiesto il rinnovo dei Comites al massimo entro quest’anno. Lo stesso ha chiesto Eugenio Marino, Pd mondo, ma anche Massimo Romagnoli, PdL, presidente del Movimento delle Libertà.

NESSUN COMMENTO

Comments