Italiani all’estero, Picchi (PdL): Ero contrario a Berlusconi – di Letizia Baschieri

Leggiamo da Wikipedia che i fratelli De Rege nei loro spettacoli costituirono il tipico duo in cui il maggiore, nel ruolo di spalla, permetteva al minore di esaltare la sua comicità nel ruolo dello sciocco, balbuziente e incapace di parlare in modo “normale", con effetti spesso assurdi e improntati al nonsense, e di grandissimo effetto sul pubblico. In tempi in cui avere presa sul pubblico diventa un’impresa sempre più ardua, dalle parti del Pdl nel mondo, hanno pensato bene di darsi all’avanspettacolo con siparietti assai divertenti.

Specialisti nel tiro allo spiattello i responsabili del Pdl nel mondo stanno offrendo perle rare che farebbero la fortuna di qualsiasi cabaret.

ItaliaChiamaItalia, nel riportare fedelmente gli exploit del duo Picchi-Caselli (che qualcuno indica già come gli eredi naturali dei fratelli De Rege), sta registrando un boom di visite ed il nostro direttore, Ricky Filosa, sta pensando seriamente di dedicare al Pdl nel mondo una speciale sezione satirica.

Cerchiamo di fare un breve riepilogo.

Il sen Juan Esteban Caselli, solito ad esprimersi su Facebook in spagnolo e a lettere cubitali, scopre di essere il responsabile del Pdl nel mondo a sua insaputa, visto che non fa più parte del Pdl da oltre un anno e mezzo – dice lui – e starebbe per fondare un suo partito in Sud America.

Invitato da Ricky Filosa ed Eugenio Marino ad un pubblico dibattito, il gentiluomo di Sua Santità, risponde in maniera perentoria: «Porque no se van a cagar todos juntos» (tralasciamo la traduzione per amor di Patria!).

Nel frattempo, mentre a Roma si ricorda Mirko Tremaglia, Silvio Berlusconi, in compagnia di Vittorio Sgarbi e della pornostar Vittoria Risi, partecipa alla presentazione del libro di Antonio Razzi, definito al pari di Scilipoti, «un eroe!!». Parliamo ovviamente del simpatico deputato-operaio, eletto nelle liste Idv in Europa, salito alla ribalta delle cronache per una celebre affermazione, registrata a sua insaputa da La7: «Io penso ai cazzi miei; fatti un poco li cazzi tua e non rompere i coglioni».

Eh sì, dicevamo della porno star Vittoria Risi; presente all’epico avvenimento e vestita in maniera succinta ha fatto la gioia dei fotografi accorsi in massa. Ma come? Il Pdl non era forse il partito della difesa dei sacri valori cristiani che aveva messo alla porta il fedigrafo Andrea Verde, reo di aver lavorato per diversi anni in una società che operava nel settore degli audiovisivi per adulti? Esteban Caselli al riguardo non ha dubbi e, parlando di Andrea Verde sul suo profilo Facebook, ci fa sapere che: «ESTE SENOR SE LLAMA ANDREA VERDE HABITA EN FRANCIA Y FU EXPULSADO DEL PDL PASANDO AL FLI DE FINI, SE DEDICABA A FIRMAR PELICULAS PORNOGRAFICAS» (anche in questo caso risparmiamo la traduzione ai lettori).

Anche Guglielmo Picchi é perentorio e dopo aver incassato la solidarietà dal sen. Caselli per gli attacchi rivoltigli dal nostro portale – «fale una quarela, vedrà como capicce un abracio» – fa sapere dal suo blog che lui non può replicare alle critiche di Andrea Verde, vista la scarsa credibilità per i suoi trascorsi professionali. Una replica che non convince Angela A. di Busto Arsizio (Va) che scrive una mail al deputato toscano: «Andrea Verde non ha commesso alcun reato, ma ha svolto un lavoro legalmente autorizzato. Ecco cosa mi ha portato ad intervenire: che Andrea venga accusato di avere un passato “torbido” proprio da chi sostiene ancora il re dei bunga-bunga, indagato dalla magistratura, e che, anziché dimettersi con tutti i procedimenti penali e le indagini che lo coinvolgevano, se ne andava vantandosi della sua virilità!».

Varrebbe anche la pena di aggiungere che Nicole Minetti, l’ex igenista dentale, inserita nel listino bloccato del presidente Roberto Formigoni alle ultime elezioni regionali, su pressione dell’ex premier, è imputata per induzione e favoreggiamento della prostituzione minorile insieme al giornalista Emilio Fede e all’ex agente dei vip Lele Mora…Ma lasciamo perdere…

Accusare Verde per il suo passato professionale é come il bue che dice cornuto all’asino! Una manifestazione di ipocrisia visto che Andrea Verde é una delle persone più vivaci e culturalmente preparate tra gli italiani all’estero. La mail di Angela A. deve avere messo in serio imbarazzo il deputato Picchi che decide di rispondere regalandoci una perla rara; accusando Verde di averlo maltrattato per il suo appoggio a Berlusconi, ci tiene a far sapere che: «jo ero estremamente contrario a Berlusconi… ». Ecco lo scoop che mancava! Nel Pdl nel mondo non solo c’é un coordinatore, il sen. Caselli, a sua insaputa, ma c’é anche un coordinatore europeo, l’on. Picchi, berlusconiano a sua insaputa! Anzi anti-berlusconiano!!!

Chissà come reagirà alla notizia la casalinga d’assalto Angela Piscitelli, pasionaria ed ultras berlusconiana, che sta cercando di organizzare «un incontro europeo di Italiane e Italiani, donne e uomini liberi, che si riconoscono nel Partito Popolare Europeo e nei valori della libertà personale, della libera iniziativa e della solidarietà!».

Alle brigate gastronomiche del Pdl nel mondo andrebbero insegnati i fondamentali della grammatica italiana e della politica, perché con i loro strafalcioni maccheronici e con i loro pasticci in salsa fiorentina stanno dimostrando di essere solamente delle «trippe d’assalto!».

NESSUN COMMENTO

Comments