Italiani all’estero, PdL nel Mondo completamente assente dal dibattito politico – di Ricky Filosa

In questi difficili giorni italiani, durante i quali la manovra del governo è al centro dell’attenzione di ogni forza politica e di tutte le parti sociali, rimbomba in maniera assordante il silenzio del PdL nel Mondo e di coloro che ne fanno parte.

Il responsabile del dipartimento Italiani nel mondo del Popolo della Libertà, il Sen. Juan Esteban Caselli, non si fa sentire ormai da settimane e durante le sue interviste radiofoniche a Buenos Aires ultimamente parla soltanto di politica argentina e dei problemi che riguardano il Paese in cui risiede, l’Argentina appunto; sulla manovra del governo, sulle scelte dell’esecutivo, sulle critiche distruttive dell’opposizione, sui tanti problemi ancora irrisolti che riguardano gli italiani all’estero, neppure una parola.

Onestamente le elucubrazioni di Caselli non ci mancano affatto; tuttavia, dispiace constatare che il PdL nel Mondo è completamente assente dal dibattito politico, e questo è un fatto. Allo stesso modo, gli eletti all’estero con il PdL purtroppo sembrano scomparsi, forse ancora in vacanza in qualche lussuoso hotel di qualche meravigliosa località turistica, chissà dove.

L’unico, ad onor del vero, ad essere presente e attivo a Roma, è il Sen. Raffaele Fantetti, che in questi giorni sta partecipando ai lavori della commissione Bilancio del Senato.

Nel frattempo, gli esponenti del Partito Democratico non smettono di lavorare; presenti in maniera costante con i loro interventi sulle agenzie, partecipano anche a manifestazioni e convegni politici e portano avanti la loro battaglia. Fabio Porta, deputato Pd eletto nella ripartizione estera Sud America, sarà nei prossimi giorni in Argentina per incontrare i connazionali ivi residenti, dopo aver girato il Brasile.

Per il Maie si muove bene il suo fondatore e presidente, l’On. Ricardo Merlo, che durante l’estate non si è riposato, ma ha portato avanti il lavoro sul territorio, in America Latina e anche in Europa.

Futuro e Libertà sta organizzando in questi giorni l’appuntamento di Mirabello: grandi sono le attese degli italiani all’estero che si fidano di Gianfranco Fini e che non vogliono essere delusi, che si aspettano dal partito in cui credono di essere presi in considerazione con forza. Aldo Di Biagio, deputato eletto con il PdL in Europa e poi diventato futurista, sarà presente a Mirabello e ha invitato ad esserci tanti connazionali residenti oltre confine. L’ex guida del PdL all’estero ha anche annunciato questa settimana la prima costituente Fli Europa che si terrà in Germania alla fine del mese di settembre.

Insomma, la pausa estiva sembra ormai lontana per tutti tranne che per il PdL nel Mondo, il suo Coordinatore e coloro che ne fanno parte. Il nostro augurio è che Angelino Alfano, in qualità di segretario politico del Popolo della Libertà, si occupi presto anche del dipartimento italiani all’estero del partito, mettendo ordine in tutte quelle cose che ancora oggi non funzionano, rimuovendo eventualmente dalla poltrona di guida del PdL nel Mondo chi finora ha dimostrato non solo di non aver concluso nulla a favore degli italiani all’estero, ma anche di essere completamente assente dal dibattito politico, da Roma, da via dell’Umiltà, dal mondo dell’emigrazione in generale.

ricky@italiachiamaitalia.com

NESSUN COMMENTO

Comments