Italiani all’estero, PdL nel Mondo: chi l’ha visto? – di Emanuele Esposito

Quando si parla di italiani nel mondo, si parla di persone con problemi seri. L’Italia se ne ricorda solo quando ci sono da pagare le tasse: allora sì che gli italiani nel mondo fanno comodo!

I personaggi politici del PDL eletti all’estero hanno fallito, ancora una volta ci vogliono far credere che esiste un coordinamento mondiale: spero per loro che non sia solo un modo per prendere in giro il partito, visto che il PDL nel mondo – come del resto in Italia – non esiste più. Ormai il suo leader storico, Berlusconi, ha ceduto le armi, in sostanza non gli importa più nulla del progetto politico, decisione dettata forse anche dagli attacchi personali: sapevamo bene che una volta che Berlusconi si fosse messo da parte il centro destra italiano sarebbe morto. E così è successo.

Il segretario Angelino Alfano, è una mia opinione, non e’ in grado di portare avanti il progetto politico iniziato dal suo Presidente; il fatto che uno come La Russa voglia crearsi un partito tutto suo la dice lunga.

I personaggi come Picchi e Fantetti, parlamentari eletti all’estero, vanno in giro a dire che il PDL in Europa è forte e coeso, che gode di ottima salute… Devono forse soffrire una malattia cronica come l’Alzheimer, perché forse non si sono resi conto di quello che sta succedendo intorno a loro.

Io credo che stiamo perdendo la ragione. Come si fa a scrivere su Facebook che "mi dice l’uccellino che grandi cambiamenti e tagli di teste stanno per avvenire nel PDL… ordinate 5 ghigliottine a Palazzo Grazioli". Queste sono parole di un deputato delle Repubblica Italiana. E ancora: "in parlamento tutti i colleghi si sono lamentati della gestione del partito e del risultato delle amministrative…nessuno però ha coraggio…". Qui non e’ problema di tagliare le teste, caro deputato Picchi, bisogna ritornare alla ragione, dalla gente, bisogna parlare dei problemi degli italiani nel mondo. Voi avete fallito su tutto, e per finire ci avete regalato l’IMU.
 
Non si può più far finta di nulla, il PDL nel Mondo e’ scomparso completamente, ci vogliamo rendere conto di questo? Ci vogliono persone serie, è necessario aprirsi ai giovani, basta con i vecchi metodi partitocratici! E’ scandaloso quello che avete fatto. Picchi fa persino autocritica: "nostri deputati all’estero su alcune battaglie comuni di giustizia non vogliono collaborare e regolarmente perdiamo nei partiti e nel governo… salvo poi lamentarci… l’IMU è il capolavoro della nostra non collaborazione… tutti giocano all’emendamento più bello… non a farlo firmare agli altri 11… vabbè… in più tutti a votare la fiducia a Monti… ma una presa di posizione comune?". Caro Picchi, bastano queste parole per dimettersi: siete diventati servi delle banche, non contate più nulla, lo capite o no?

Voglio chiudere con un pensiero stupendo, sempre dell’On. Picchi, che malgrado tutto condivido: "Partito della Nazione, Fini, Casini, Rutelli, Pisanu, Dini… giovani anche del PDL e del centrodestra, ma quando prenderemo in mano il nostro futuro? Alla prossima generazione? Rottamiamoli tutti!". Firmato: On. Picchi. Ma forse Picchi è uno di quelli che andrebbe rottamato insieme a tanti altro… Non siete d’accordo?

NESSUN COMMENTO

Comments