Italiani all’estero, ‘Mettiamoci la faccia’ arriva al consolato italiano di Londra

Gli italiani all’estero residenti nel Regno Unito, ma anche i cittadini inglesi che vivono nel paese britannico, da oggi avranno la possibilità di esprimere il loro gradimento o la loro insoddisfazione per ciò che riguarda i servizi offerti dal consolato italiano a Londra.

A disposizione degli utenti, infatti, presso la sede diplomatica situata in Eaton Place, è stato installato un terminale equipaggiato con display touch screen, sul quale gli utenti potranno esprimere la loro opinione sui servizi erogati. Un’iniziativa che fa parte del progetto "Mettiamoci la faccia", promosso dal ministero della Pubblica amministrazione e innovazione, è già stato attivato anche alla cancelleria consolare dell’ambasciata d’Italia a Bucarest e nei consolati di Johannesbur, Mar del Plata e Casablanca. Sempre più diffuso quindi questo sistema nella rete diplomatica italiana all’estero.

Secondo le ultime rilevazioni, "Mettiamoci la faccia" da quando è nato come progetto ha raccolto 8,9 milioni di feedback, di cui 3,5 milioni dall’inizio del 2011 e 450 mila solo nel mese di luglio.

Il sistema è molto facile e intuitivo: attraverso l’uso di "emoticons" (le faccine ormai diventate famose anche grazie al sistema delle chat virtuali) l’utente potrà esprimere la propria soddisfazione sui servizi erogati attraverso i classici sportelli consolari o altri canali, come internet e telefono.

NESSUN COMMENTO

Comments