Italiani all’estero, marò in India: trasferiti dal carcere fra 20 giorni

Finalmente le autorità del Kerala hanno disposto il trasferimento dei marò italiani, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone dal carcere di Trivandrum ad un’altra struttura della città, la Borstal School di Kochi, indicata dalla delegazione italiana come possibile alternativa alla prigione.

Il Trasferimento avverrà tra venti giorni.

La decisione delle autorità carcerarie e di polizia di Trivandrum è venuta allo scadere della settimana disposta dalla Corte Suprema di New Delhi per questa decisione, ed al termine di una serie di riunioni, anche con la delegazione italiana sul posto.

I legali dei marò, intanto, hanno presentato un ricorso presso la ‘Session Court’ di Kollam per ottenere per i due marò un provvedimento di libertà dietro cauzione. Il ricorso che sarà discusso sabato si è reso necessario perché una prima petizione su questo argomento è stata respinta l’11 maggio per ragioni tecniche da un giudice di primo grado. La Corte Suprema ha chiarito, giorni fa, che la richiesta di libertà non era in contrasto con la linea generale seguita finora dall’Italia di non riconoscere la giurisdizione dei tribunali indiani in questa vicenda. Intanto è giunto a Trivandrum il sottosegretario agli Esteri Staffan de Mistura che avrà colloqui con le autorità locali e si tratterrà almeno fino a domenica. E’ la terza visita che il sottosegretario compie in India dalla seconda metà di febbraio quando i due marò furono arrestati perché accusati di aver ucciso due pescatori indiani.

NESSUN COMMENTO

Comments