Italiani all’estero, marò in India: polizia deposita accuse, c’è l’omicidio

WCENTER 0SMDAHMLII FOTO DI REPERTORIO 07-03-2012 ©LaPresse Massimiliano Latorre e Salvatore Girone

La polizia dello stato indiano del Kerala ha depositato oggi in tribunale 196 pagine di accuse contro i due maro’ Massimo Latorre e Salvatore Girone. I due italiani sono accusati di omicidio, tentato omicidio, danni e azione comune per delinquere. Lo riferisce la stampa locale.

Le accuse comprendono anche la violazione dell’articolo 3 della Convenzione Internazionale per la repressione degli atti illeciti nella navigazione marittima. Gli atti, depositati tre mesi dopo i fatti, affermano che la nave italiana Enrica Lexie stava navigando a 20,5 miglia nautiche dalla costa indiana quando i due maro’ avrebbero aperto il fuoco contro il peschereccio St. Antony, provocando la morte di due marinai indiani.

Vengono elencati fra i reperti sequestrati sulla Enrica Lexie, il Voyage Data recorder, sei pistole Berretta, due mitragliette leggere, 1690 pallottole, dati Gps e il diario di bordo (in italiano e inglese).

NESSUN COMMENTO

Comments