Italiani all’estero, marò in India fuori dal carcere tra 20 giorni

Le autorità del Kerala hanno disposto il trasferimento dei due marò italiani Massimiliano La Torre e Salvatore Girone, che tra 20 giorni lasceranno il carcere di Trivandrum per spostarsi in un’altra struttura della città.

Intanto ieri il sottosegretario agli Affari Esteri, Marta Dassù, ha portato la questione all’attenzione del "Maritime Safety Committee" dell’Organizzazione Mondiale della Navigazione (IMO), che si è riunito ieri a Londra, per discutere di lotta alla pirateria e, in particolare, della presenza di personale armato a bordo di navi mercantili come strumento di contrasto a questo fenomeno.
 
Nel corso del suo intervento, il sottosegretario Dassù ha ricordato l’impegno dell’Italia nel garantire la massima sicurezza delle navi, anche attraverso una disciplina condivisa a livello internazionale, sottolineando come l’azione del Governo italiano sia stata anzitutto improntata al rispetto del diritto internazionale vigente anche in materia di giurisdizione dello Stato di bandiera e di immunità degli organi dello Stato. A tal fine il sottosegretario ha espresso l’auspicio che da parte di tutti gli Stati che partecipano allo sforzo congiunto di contrasto alla pirateria vi sia il medesimo atteggiamento di rispetto delle norme internazionali.

NESSUN COMMENTO

Comments