Italiani all’estero, marò in India: Ambasciatore italiani a New Delhi richiamato a Roma

Alla luce degli sviluppi della situazione in Kerala e dei capi di imputazione a carico dei due militari italiani Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, l’Ambasciatore a New Delhi Giacomo Sanfelice è stato richiamato a Roma per consultazioni con il Governo. È quanto si apprende da una nota diramata oggi pomeriggio dal Ministero degli Esteri in seguito alla notizia dei quattro capi d’accusa che pesano sul capo dei due Marò.
 
Omicidio, tentato omicidio, azioni che hanno comportato danni e associazione per delinquere, secondo il quotidiano "The Indian Express" le accuse lanciate dalla polizia indiana.
 
La notizia è arrivata mentre il sottosegretario agli Esteri, Staffan de Mistura, e la delegazione italiana si trovavano nel carcere di Pujapoora a colloquio con i marò coinvolti nella morte, il 15 febbraio, di due pescatori indiani. Tra qualche ora De Mistura incontrerà il chief minister del Kerala, Oommen Chandy, con il quale discuterà della situazione.
 
Domani si conclude intanto il periodo di 90 giorni previsto dalla legge indiana per la carcerazione preventiva, dopo il quale scattava la possibilità della libertà dietro cauzione.

NESSUN COMMENTO

Comments