Italiani all’estero, Maie Rosario si complimenta con Lucas Del Chierico

Il Coordinamento Circoscrizionale del MAIE Rosario si é riunito, il 5 ottobre scorso, all’uopo di analizzare i risultati del IV Congresso Nazionale del Maie Argentina e di progettare le prossime iniziative nella circoscrizione. La riunione é stata propizia anche per esprimere al suo Coordinatore Lucas Del Chierico i complimenti per la sua recente distinzione con il premio  “Lucchesi che si sono distinti all’estero”.

“Il Premio giunto alla 42° edizione – ha ricordato Marcelo Pintagro Vicecoordinatore del Maie Rosario –  è promosso dalla Camera di Commercio di Lucca e dall’Associazione Lucchesi nel Mondo, ed è teso a riconoscere i meriti dei “figli” e dei “nipoti” lucchesi che hanno contribuito alla crescita economica dei Paesi di accoglienza, operando negli ambiti dell’imprenditoria e del lavoro, delle professioni, della cultura e del volontariato. Tra i premiati quest’anno – ha aggiunto Pintagro – ci sono tre giovani, tra cui il nostro Coordinatore Circoscrizionale, e di questo siamo anche noi piú che orgogliosi".

Presenti alla riunione del Coordinamento Rosario, la Sen. Mirella Giai, Coordinatrice Maie Sudamerica, e Mariano Gazzola, Coordinatore Nazionale Maie Argentina. Anche loro si sono complimentati con Lucas Del Chierico per questo meritato riconoscimento.

Fin dalla sua infanzia Lucas ha respirato nella sua casa “aria di Lucca”, apprendendo dal nonno Luigi e dal padre Enrico l’amore per la Lucchesia e per la sua storia. Impegnato con grande entusiasmo nell’organizzazione delle tante iniziative portate avanti dal Centro Toscano di Rosario, grazie anche ad una sua spinta nacque nel 1996 il gruppo giovanile dell’Associazione di cui è stato presidente sino al 2003 costituendo tra l’altro il Gruppo storico e quello degli sbandieratori in costume. Per le sue doti organizzative, relazionali e per l’intraprendenza è stato eletto coordinatore delle associazioni giovanili toscane del Sud America ricoprendo questa carica dal 2003 al 2010 e contribuendo in modo fondamentale al recupero da parte delle nuove generazioni del patrimonio culturale della terra d’origine.

NESSUN COMMENTO

Comments