Italiani all’estero, La Marca (Pd) alla Festa della Repubblica di Montreal

La Marca ha legato le prospettive di consolidamento e crescita delle comunità italiane in Canada ad alcuni temi forti del percorso di integrazione e di affermazione della presenza italiana

Domenica 27 maggio si sono svolte a Montreal le manifestazioni di celebrazione della Festa della Repubblica, organizzate dal locale consolato generale, guidato dal Console Marco Rusconi.

La serata è stata dedicata all’enogastronomia e alla musica italiana e ha visto la partecipazione di politici, dell’Ambasciatore italiano in Canada, Claudio Taffuri, e del Premier della provincia del Québec, Philippe Couillard.

Presso lo stadio “Place Bell”, la serata si è aperta con un ricevimento per il pubblico, seguito da un dibattito sul palco in presenza di 10,000 spettatori, convenuti per il successivo concerto di Claudio Baglioni, al quale hanno partecipato, oltre all’On. La Marca, la Sen. Francesca Alderisi, la Presidente del COMITES di Montreal, Giovanna Giordano, il Presidente del Congresso italo-canadese del Québec, Tony Sciascia, e il Presidente della storica “Casa d’Italia” di Montreal, Gino Berretta .

Nel suo intervento, La Marca ha legato le prospettive di consolidamento e crescita delle comunità italiane in Canada e, in particolare di quella, attiva e dinamica, di Montreal ad alcuni temi forti del percorso di integrazione e di affermazione della presenza italiana, quali il sempre più ampio e sicuro possesso della lingua e della cultura italiana, indispensabili per partecipare da protagonisti alle dinamiche interculturali, e la valorizzazione delle business community di origine italiana, utili alla promozione dell’interscambio.

Per questo, ha proseguito la parlamentare, è necessario sostenere con convinzione l’associazionismo, che rappresentano il tessuto connettivo delle nostre comunità, e gli enti gestori che personalmente ha difeso contro i rischi di marginalizzazione.

Un impegno non meno attento merita il turismo sociale e di ritorno e un’unità di intenti e di forze la riapertura dei termini per il riacquisto della cittadinanza, per la quale si è fatta promotrice di due disegni di legge fin dai primi giorni della nuova legislatura.