Italiani all’estero, La Marca (Pd) alla Festa della Repubblica a Chicago

“Al di là della crisi politica di questi giorni, il nostro Paese deve continuare ad essere un faro di speranza, democrazia, libertà e pace nel mondo”

Francesca La Marca a Chicago

L’On. Francesca La Marca giovedì 31 maggio ha partecipato a Chicago alla celebrazione della Festa della Repubblica, organizzata dal Console generale Giuseppe Finocchiaro e svoltasi presso l’importante struttura del “Chicago Cultural Center”, alla presenza di circa 200 persone. Presenti all’evento rappresentanti politici, membri del nostro Sistema Paese, diverse espressioni della comunità italiana e cittadini americani in vario modo legati all’Italia.

La manifestazione è iniziata con gli interventi del Console Finocchiaro e dell’On. La Marca, ai quali ha fatto seguito un bel concerto di musica classica e della tradizione napoletana; si è poi conclusa con un ricco e partecipato ricevimento.

Nel suo intervento la parlamentare dopo essersi presentata come rappresentante di tutti i cittadini italiani residenti in Nord e Centro America presso il Parlamento nazionale, senza distinzione di opinioni e di parte, ha ricollegato il significato della celebrazione all’esito del referendum attraverso il quale, 72 anni fa, gli italiani all’indomani della caduta del fascismo scelsero la Repubblica al posto della Monarchia come forma istituzionale dello Stato.

“Per 72 anni la Repubblica italiana ha rappresentato libertà e democrazia”, ha poi affermato La Marca. “Essa è nata grazie alla Resistenza e a quanti pagarono con la vita la nostra libertà e, naturalmente, grazie anche ai nostri amici americani che ci affiancarono e ai quali dobbiamo la nostra più profonda gratitudine”.

“Come deputata degli italiani residenti in Canada, USA, Messico e diversi paesi del centro America – ha continuato la parlamentare – la mia missione è prima di tutto quella di rappresentare e difendere i loro interessi, in particolare: il riconoscimento della cittadinanza, la promozione della lingua e della cultura italiana, l’erogazione di servizi consolari soddisfacenti, il raggiungimento di accordi bilaterali in materia previdenziale e altro ancora.

Al di là della crisi politica di questi giorni, il nostro Paese deve continuare ad essere un faro di speranza, democrazia, libertà e pace nel mondo. Grazie per sostenere l’Italia anche contribuendo alla sua crescita economica attraverso il turismo. Visitare il nostro paese del resto non è semplicemente viaggiare, ma scoprire una terra leggendaria, realizzare un’esperienza unica. Grazie per avermi accolta nella vostra bella città, Chicago. Buona Festa della Repubblica a tutti. Viva l’Italia”.