Italiani all’estero, Italovenezuelana muore dopo notte in carcere

CARACAS – Yasney Camejo Cassiani, 35 anni, è stata trovata morta ieri mattina in una cella della Policía Nacional, situata nel centro di coordinamento della polizia Sucre, nel quartiere di Catia. Ne dà notizia "La Voce", quotidiano italiano edito in Venezuela. La giovane donna era stata arrestata insieme a Balmores Iraides, 36 anni, due giorni fa alle ore 19:00 in viale Bolívar a Caracas, nei pressi di Parque Carabobo, con l’accusa di spaccio di droga.

A confermare la notizia  il capo della Polizia, Luis Fernández, che ha riferito che Camejo era stata trasferita all’Ospedale José Gregorio Hernández, sempre in zona Catia, e successivamente al reparto di tossicologia dell’ospedale Dr. Leopoldo Manrique di Coche, dove era stata ricoverata dalla mezzanotte fino alle 3:00 del mattino di ieri. Poi il ritorno alla sede della PNB e il ritrovamento del corpo senza vita, avvenuto tre ore dopo.

Una volta in carcere, la donna aveva impedito che le autorità la toccassero dichiarando di essere incinta. Il decesso potrebbe essere stato causato dall’ingerimento di parte delle sostanze stupefacenti di cui era in possesso. Il procuratore Desiree Boada è a capo delle investigazioni.

NESSUN COMMENTO

Comments