Italiani all’estero, Italia e Libano rafforzano ricerca scientifica marina

Nei giorni scorsi Giuseppe Morabito, ambasciatore italiano a Beirut, ha siglato un memorandum d’intesa con il ministero dell’Agricoltura libanese per potenziare la ricerca scientifica nel campo della gestione sostenibile delle coste e dell’ambiente marino. Un’intesa che rientra nell’ambito del Progetto "Cana", iniziativa alla quale il nostro Paese partecipa da alcuni anni, attraverso il ministero degli Esteri, lo Iam di Bari, la Lega pesca e il Politecnico di Milano. Un progetto grazie al quale il Consiglio nazionale di ricerca scientifica libanese ha potuto seguire importanti indagini su batimetria, idrobiologia, risorse marine, inquinamento costiero e in seguito diffondere i risultati delle ricerche fornendo agli esperti libanesi gli strumenti necessari per una gestione sostenibile delle coste e delle risorse marine. 

"Il Mediterraneo deve rappresentare, in tutti i sensi, un’area di cooperazione nella quale condividere la ricerca e asset tecnologici", ha spiegato l’ambasciatore Morabito in occasione della firma del memorandum. "La collaborazione tra i paesi che si affacciano sul Mediterraneo – secondo il diplomatico – e’ uno strumento fondamentale ai fini dello sfruttamento sostenibile delle risorse marine e della lotta all’inquinamento".

 

NESSUN COMMENTO

Comments