Italiani all’estero, Italia e Angola più vicine dal punto di vista della formazione

Italia e Angola più vicine dal punto di vista della formazione. Dal 25 al 27 ottobre un gruppo di magistrati angolani sarà in Italia per studiare il funzionamento della Corte di Cassazione e della Consulta. Fra le altre cose i magistrati angolani faranno visita alla facolta’ di giurisprudenza dell’Universita’ La Sapienza di Roma e al Consiglio nazionale forense.

Ad organizzare la visita, su iniziativa angolana, è stato Giuseppe Mistretta, ambasciatore d’Italia a Luanda, con il contributo dell’ex presidente della Corte costituzionale, Cesare Ruperto. E’ stato il Tribunale costituzionale del Paese africano a richiedere l’iniziativa alla nostra sede diplomatica in Angola: l’obiettivo è quello di studiare all’estero il funzionamento di corti analoghe.

I rapporti in campo di formazione fra Italia e Angola non finiscono qui: tre funzionari del ministero dell’Interno angolano stanno terminando dei corsi presso l’Istituto di diritto umanitario di San Remo, corsi che sono stati organizzati in collaborazione con l’Unhcr, che ne ha coperto in gran parte i costi.

NESSUN COMMENTO

Comments