Italiani all’estero, ironia di Napolitano su striscioni marò in India

Scoppia la polemica in Italia intorno al caso che riguarda i nostri due marò ancora in carcere in India. Giorgio Napolitano, presidente della Repubblica, in visita istituzionale in Giordania, commentando di fronte alla stampa la situazione dei due militari italiani, afferma: "Se qualcuno, oltre a mettere qualche striscione, ha delle idee, aspettiamo di conoscerle".

Parole che non sono piaciute a Maurizio Gasparri, presidente dei senatori PdL “Il Presidente della Repubblica, proprio in virtù del suo alto incarico, e’ chiamato a nome di tutti gli italiani a svolgere una funzione più incisiva di ogni altro cittadino per garantire il ritorno a casa dei nostri marò. E’ spiacevole che abbia criticato l’iniziativa di mettere striscioni per sensibilizzare l’opinione pubblica su questa drammatica vicenda. Non ha usato gli stessi toni quando gli striscioni esposti riguardavano altri casi di cittadini italiani. Sono rammaricato per queste parole, tra l’altro pronunciate all’estero".

Interviene anche Francesco Storace, leader de La Destra, secondo il quale Napolitano “sottovaluta gravemente il dolore dei cittadini italiani per la sorte dei marò. L’ironia sugli striscioni e’ assolutamente fuori luogo. Evidentemente sta più dalla parte di Pisapia che da quella del Campidoglio che, su nostra iniziativa, ha persino illuminato il Colosseo per evitare simbolicamente il buio sulla sorte dei nostri militari. Solitamente Napolitano si esprime in maniera migliore".

NESSUN COMMENTO

Comments