Italiani all’estero, il MAIE contro la chiusura del Consolato di Montevideo

Dopo aver percorso le vie istituzionali – presentando interrogazioni in merito alle varie chiusure consolari -, i parlamentari del MAIE – Movimento Associativo Italiani all’Estero, Ricardo Merlo, Claudio Zin e Mario Borghese, hanno deciso di passare alla mobilitazione. “Non lasceremo intentata alcuna strada – hanno dichiarato in una nota congiunta – per impedire il declassamento del Consolato di Montevideo a cancelleria consolare”.

In Uruguay circolano ben 120.000 passaporti italiani e il consolato di Montevideo, in realtà, è sottodimensionato rispetto alla domanda di assistenza. La sua chiusura e declassamento sarebbe poi un caso unico nel piano di riorientamento della rete consolare disposto dal MAE, visto che va a colpire proprio la Capitale di uno Stato che é il quarto, per numero di residenti, nella classifica delle Circoscrizioni Consolari dell’America Latina.

“A giugno ci troveremo, insieme al nostro coordinatore Aldo Lamorte e ai cittadini italiani di Montevideo, per un’azione contro la chiusura e il declassamento di questo importante Consolato che dà servizio a una delle comunità più numerose dell’America latina”, dichiarano i parlamentari del MAIE, che sottolineano: “Dimostreremo che la risposta della comunità italiana a questa ingiustizia é forte e che il MAIE continua a battersi al fianco dei connazionali per salvare il Consolato”.

NESSUN COMMENTO

Comments