Italiani all’estero, III Settimana Abruzzese a Maracaibo

Era stata programmata una serie di eventi capaci di scrivere un’altra pagina ricca nella storia dell’Associazionismo, ma la Terza Edizione della “SETTIMANA ABRUZZESE” di Maracaibo, organizzata dalla FEDERAZIONE DELLE ASSOCIAZIONI ABRUZZESI IN VENEZUELA ha superato ogni aspettativa, marcando il successo di ogni evento nell’evento, destando l’interesse di giovani e adulti, abruzzesi e non.

Per l’occasione sono giunti i membri dell’Esecutivo del CRAM, il presidente della Commissione per l’Agricoltura del Consiglio Regionale Dott. Antonio Prospero e il vicepresidente della Commissione per l’Industria e il Turismo Dott. Franco Caramanico, assieme ai funzionari dell’Ufficio Emigrazione, il dirigente Dott. Franco Chiarini, il Capo dell’Ufficio Dott. Giuseppe Leuzzi e il Dott. Amedeo Di Nicola, i quali in un incontro con i rappresentanti della Governazione dello Stato Zulia hanno ribadito l’impegno del Presidente del Consiglio Regionale a firmare nei prossimi mesi la ‘lettera di intenti’ di mutua cooperazione nei vari settori giá stabiliti in una bozza di programma stilato negli ultimi mesi. La Governazione, su richiesta del giovane Esecutivo del CRAM del Venezuela e America Latina Johnny Margiotta e il segretario della Federazione Abruzzese Norman Amati, ha messo a disposizione i direttori di ogni settore per avviare una serie di progetti in tema di sanitá, educazione, viabilitá, ambiente, sicurezza, interscambi economici, culturali e sportivi, turismo, ecc.

Simpatico il gesto di cordialitá  da parte della Governazione nell’intitolare l’incontro di base-ball Aguilas del Zulia-Tigres de Aragua di mercoledí 2 novembre, “Coppa de Italia”, in cui il Dott. Prospero é stato invitato a lanciare la palla d’inizio difronte  alle telecamere, mentre nel centro dello stadio il Gruppo di Danze Folkloriche della Casa d’Italia si esibiva in balli abruzzesi. In serata, i Consiglieri e i presidenti delle Associazioni Abruzzesi giunti da altre regioni erano invitati ad una cena nella dimora del Console di Maracaibo Dott. Fernando Curatolo.

Giovedí mattina, i Consiglieri ed alcuni presidenti delle Associazioni sono sati portati in tour nel Lago di Maracaibo, attraversando la Laguna di Sinamaica, molto apprezzata per le bellezze naturali, e visitando la piccola Isola di Toas, allo sbocco del Lago nel Golfo, dove sono stati ricevuti con i dovuti onori dal Sindaco. In un ambiente agreste e di grande semplicitá, gli ospiti hanno potuto gustare un lauto pranzo tipico della zona. In serata, nella Casa d’Italia, hanno poi condiviso con i corregionali una buona porchetta e arrosticini, alla quale hanno assistito anche il Sr. Amedeo Di Ludovico e Franco De Antoniis, responsabili della Fondazione Abruzzo Solidale, di Caracas.

Venerdí 4 e sabato 5,  grande successo per il 1º Congresso latino-americano dei giovani abruzzesi e Italo venezuelani, gratuito a tutti, con una folta partecipazione di giovani, piú di ottanta, giunti da ogni parte del Venezuela e dal Brasile, Argentina, Cile e Uruguay, tutto a carico della Federazione. Con il Patrocinio della Regione Abruzzo, promosso dalla Federazione Abruzzese in collaborazione con l’AGIV, Associazione Giovani Italo-Venezuelani, ed organizzato dal suo presidente Johnny Margiotta, sono stati scelti esponenti che hanno destato l’interesse dei partecipanti da principio a fine, ottenendo i complimenti dei membri del CRAM.

La Governazione ha messo a disposizione di tutti un City Tour nei Tramvai d’epoca. Nella due giorni i ragazzi hanno potuto raccontare anche le loro esperienze nel campo dell’associazionismo ed é stato riconosciuto in particolare dagli argentini che in Venezuela, pur essendo in minor numero, i giovani sono molto piú partecipativi.

Non sono mancati momenti di allegria e spensieratezza. Un bellissimo e significativo concerto, venerdí 4 novembre, si é svolto nel Salone da Vinci della Casa d’Italia. Il Coro Vincenzo Bellini ha interpretato per la prima volta un potpourrí di canzoni dialettali in onore degli ospiti abruzzesi molto apprezzato per le sue sonoritá. In seguito, celebrando la Festa delle Forze Armate e il 150esimo dell’Unitá d’Italia, sono stati interpretati, sempre per la prima volta, alcuni canti patriottici che hanno commosso il folto pubblico. I brani sono stati accuratamente scelti da Germana Pieri. Infine, l’Orchestra Sinfonica di Maracaibo diretta dal Mo. David Rahn ha eseguito una Rapsodía Latino Americana in onore del Bicentenario di Indipendenza di alcuni paesi dell’America latina compreso il Venezuela. In chiusura, standing ovation per i coristi e musicisti, dimostrando vivo compiacimento per un concerto di grande spessore e qualitá.

Sabato sera, infine, l’elezione di Miss Abruzzo in Venezuela, con le giovani rappresentanti delle dieci Associazioni Abruzzesi. 400 persone hanno applaudito le ragazze, tutte studentesse, impegnate in un opening mozzafiato assieme al gruppo professionale del ballerino TV Roberto Morales, e nelle sfilate in costume da bagno e da sera.

Tra una sfilata e l’altra, si sono susseguite le esibizioni del gruppo folklorico della Casa dItalia, che ha danzato su musiche abruzzesi; il gruppo di tamburi africani Inyaha, a ricordare le radici venezuelane; il Gruppo di Danze Tipiche Maracaibo della Segreteria di Cultura della Governazione del Zulia, che con abiti sfarzosi e gran bravura ha incantato tutti i presenti; ed infine il cantante tipico Alexander, accompagnato da 8 strumentisti con arpe, chitarre e maracas, che ha intrattenuto e divertito il pubblico improvvisando sonetti in uno show straordinario.

Non é mancato, a sorpresa, un sonetto anche per il presidente della Federazione Giovanni Margiotta, augurandogli di andare avanti con forza nel suo operato, chiedendo al pubblico di applaudirlo per gli sforzi e l’impegno con cui si dedica alla diffusione della cultura abruzzese ed all’unione dei corregionali in Venezuela; un dono inaspettato del Vicepresidente della Federazione, Aldino Rasetta.

Margiotta, visibilmente commosso ha ricevuto gli applausi e gli abbracci di tutti i delegati delle Associazioni Abruzzesi convenuti alla Settimana Abruzzese.

Momenti di emozione durante il protocollo, alla consegna dalle mani della rappresentante CRAM Gabriella Marcacci, di una targa di riconoscimento al Dott. Giuseppe Leuzzi, da 25 anni al servizio delle Associazioni Abruzzesi di tutto il mondo, capo dell’Ufficio Emigrazione della Regione Abruzzo, giunto alle soglie della pensione. “Mi avete fatto il miglior regalo in un momento molto importante per la mia vita” ha detto il funzionario. Mentre il Dott. Chiarini ha consegnato a Margiotta una medaglia d’argento a nome del Presidente del Consiglio Regionale d’Abruzzo Dott. Nazario Pagano, per il suo impegno nel portare in alto il buon nome della terra d’origine e soprattutto per promuovere il coinvolgimento dei giovani.

Il giovane Segretario della Federazione, Norman Amati, ha poi parlato delle intenzioni di cooperazione tra le Regioni del Zulia e dell’Abruzzo, mentre il giovane rappresentante del CRAM Johnny Margiotta ha ricordato la commovente cerimonia di inaugurazione del Centro SMILE all’Ospedale San Salvatore all’Aquila, ristrutturato grazie alle donazioni raccolte dalla Federazione Abruzzese in Venezuela.

Si é giunti cosí all’elezione di MISS ABRUZZO IN VENEZUELA 2011, affidata ad una giuria di tutto rispetto, rappresentante del mondo della moda, fotografia e spettacolo, risultando vincitrice la bella Anggye De Clemente, originaria di Avezzano.

Alla terza SETTIMANA ABRUZZESE hanno partecipato, oltre alle autoritá locali, il Console d’Italia in Maracaibo Dott. Fernando Curatolo, il Presidente della Casa d’Italia di Maracaibo Francesco Lombardi;  del Centro Italo-Venezuelano di San Cristobal, Aldino Rasetta; della Casa d’Italia di Guanare, Mauro Di Vincenzo; e il Presidente del Centro Italo-Venezuelano di Caracas Mario Chiavaroli e gentili signore. Il Dott. Chiavaroli in particolare, si é complimentato vivamente con l’organizzazione, invitando la Federazione a ripetere il prossimo anno la IV SETTIMANA ABRUZZESE a Caracas.

 La serata si é conclusa con una abbondante cena in cui non poteva mancare ancora la porchetta, annaffiata da buon Montepulciano d’Abruzzo.

NESSUN COMMENTO

Comments