Italiani all’estero, Garavini (Pd): Corsi di lingua e rinnovo di Comites e Cgie – queste le richieste del PD

"Garantire la prosecuzione dei corsi di lingua e cultura per i figli dei connazionali all’estero e rinnovare Comites e Cgie entro l’anno. Queste sono le due priorità che il Pd pone al Governo, affinché promuova un’inversione di rotta nelle politiche per gli italiani nel mondo. Inoltre riteniamo inammissibile che così tanti pensionati residenti all’estero debbano temere per la loro pensione a causa di un’eccessiva burocrazia". Lo ha ribadito Laura Garavini, intervenendo a Lussemburgo, all’incontro promosso dal circolo Agorà, insieme al Segretario generale del Cgie, Elio Carozza.

"L’apprendimento della lingua e cultura italiana per i nostri ragazzi è la premessa per sviluppare la propria identità di cittadini italiani, anche se residenti all’estero. Ecco perché chiediamo risorse  per evitare la chiusura dei corsi. Allo stesso modo non possiamo lasciare che si rinviino ulteriormente le elezioni dei principali organi di rappresentanza degli italiani all’estero. Non si può congelare la democrazia adducendo come motivazione la mancanza di risorse", ha sottolineato la deputata rispondendo alle domande poste dalla Presidente del circolo, Maria Teresa Fulci.

"Come PD abbiamo portato in Parlamento il caso delle pensioni per i connazionali all’estero. Troviamo inaccettabile che a causa di un’eccessiva burocrazia, pensionati onesti si vedano bloccare improvvisamente il pagamento della loro pensione erogata all’estero, solo per il fatto che una banca, in modo del tutto arbitrario, ha previsto un iter eccessivamente burocratico per certificare l’esistenza in vita degli aventi diritto. Il Pd", ha concluso la deputata, "sta insistendo nei confronti del Governo Monti per ottenere queste importanti rivendicazioni a favore dei nostri connazionali."

L’incontro, a cui hanno partecipato anche l’Ambasciatore italiano, Raffaele de Lutio, e il consigliere Cgie del Lussemburgo, Mario Tommasi, si è aperto con un minuto di silenzio e con il cordoglio espresso dai relatori per le vittime del brutale attentato di sabato alla scuola Morvillo-Falcone di Brindisi.

Al termine dei lavori Laura Garavini ha raggiunto l’assemblea delle Acli di Ettelbrueck, presiedute da Rodolfo Bassi, a cui la deputata ha espresso grande apprezzamento per lo straordinario lavoro svolto dai patronati e dall’associazionismo in emigrazione.

NESSUN COMMENTO

Comments