Italiani all’estero, Garavini (Pd) a Terzi: Garantire servizi minimi anche nelle zone più isolate

“I servizi amministrativi dovrebbero essere un diritto per ogni cittadino. Eppure esistono comunità isolate, dove i cittadini devono percorrere più di 3000 chilometri e spendere più di 400 euro per rinnovare un documento o per ottenere un certificato”. Questa la denuncia di Laura Garavini, deputata del Partito Democratico eletta nella Circoscrizione Europa, che ha presentato un’interrogazione parlamentare al Ministero degli Affari esteri.

“Un caso esemplare è quello degli italiani residenti nelle isole Canarie. Una comunità consistente, che conta circa 20’000 iscritti all’AIRE, costretti a pagarsi un volo e un soggiorno a Madrid ogni volta che devono effettuare un’operazione al Consolato di riferimento”, spiega la deputata PD. “Con il peggioramento della crisi economica e della disoccupazione, alcuni cittadini lamentano l’oggettiva impossibilità di accedere ai servizi”.

“Per fare fronte alle esigenze più immediate e diffuse dei residenti nelle zone più isolate, come le Canarie o le Baleari, chiediamo che sia assicurata la presenza periodica di un funzionario del Consolato”, conclude Laura Garavini.

NESSUN COMMENTO

Comments