Italiani all’estero, Fli Regno Unito: Grazie a Terzi per disponibilità e impegno

La scorsa settimana, in occasione del convegno per la commemorazione di Mirko Tremaglia, storico ministro degli Italiani nel mondo scomparso lo scorso 30 dicembre, Vincenzo Zaccarini, esponente di Futuro e Libertà nel Regno Unito, e Vincenzo Nicosia, Coordinatore Fli Regno Unito, hanno incontrato il ministro degli Esteri Giulio Terzi Sant’Agata, al quale hanno chiesto che, dopo la chiusura del consolato di Manchester, non succeda la stessa cosa con l’agenzia consolare che lo ha sostituito, poichè gli italiani della zona si sono lamentati e non poco della mancanza dei servizi conseguenti alla chisura.
 
"Il ministro Terzi si è dimostrato disponibile all’ascolto", dichiara Zaccarini, "ha colto l’essenza del problema e molto gentilmente ci ha fornito tutti i recapiti attraverso cui metterci in contatto con la sua segreteria, in modo tale da illustrargli ogni ulteriore dettaglio legato alla vicenda dell’agenzia consolare di Manchester, studiare possibili soluzioni ed evitare ulteriori disagi ai nostri connazionali. Mi sono compiaciuto – continua l’esponente futurista – della nuova sensibilità delle istituzioni dinanzi alle nostre richieste e sono certo che l’impegno del ministro per ottenere risultati positivi in questa vicenda sarà salutato con soddisfazione dai nostri connazionali".
 
Nella stessa occasione, Zaccarini ha chiesto al titolare della Farnesina di partecipare ad un incontro con gli italiani residenti nel Regno Unito: "A nome di tutti gli italiani che vivono in Gran Bretagna, mi sono permesso di proporre al ministro Terzi un incontro in cui affrontare tutti i temi scottanti che riguardano la nostra numerosissima comunità. Anche in questo caso ho visto massima disponibilità da parte del capo della diplomazia italiana a dibattere pubblicamente sugli argomenti che più da vicino interessano la nostra collettività. Ringrazio dunque il ministro Terzi – conclude Zaccarini – e assicuro il mio impegno a gestire personalmente i contatti con i connazionali, sia attraverso il web, sia nelle prossime assemblee previste sul territorio, per raccogliere le loro osservazioni sul funzionamento degli uffici preposti a risolvere le questioni burocratiche e sulle richieste che ritengono ancora disattese".

NESSUN COMMENTO

Comments