Italiani all’estero, Cossari (PdL): Contro la crisi una battaglia che non possiamo perdere

E’ deludente vedere l’Italia incagliata nella trappola del debito pubblico; è evidente che la situazione attuale è il risultato di decenni di scelte sbagliate e la bolla sta esplodendo solo ora. Le responsabilità sono di governi presenti e passati e limitarsi a puntare il dito conto uno o l’altro non aiuta a risolvere le cose. Berlusconi ha le sue colpe, ma non facciamone per l’ennesima volta il capo espiatorio di tutti i problemi dell’Italia. È importante invece metter da parte le nostre differenze e trovare un modo di lavorare tutti assieme per stabilizzare la situazione. L’Europa ci sta dichiarando guerra ma non riuscirà a dividerci. Non è una questione di destra o sinistra, è una questione di patria. Per quanto riguarda le lotte intestine ci sarà tempo per pensarci, ora dobbiamo dimostrare al mondo che il genio italiano è vivo e vegeto e che supereremo a testa alta anche queste avversità. Non sono qui per offrire facili soluzioni; chiedo solo di fare di più per il nostro paese, così da poter dire un giorno ai nostri nipoti che abbiamo sacrificato il giusto per far risorgere la nostra madrepatria. Inviterò nel prossimo futuro i rappresentanti politici in Australia degli altri partiti italiani, ad aprire con loro un dialogo; propongo dunque un confronto trasversale per discutere del futuro degli italiani all’estero alla luce della delicata situazione economica che sta affliggendo l’Italia". Così Joe Cossari, esponente del PdL in Australia.

NESSUN COMMENTO

Comments