Italiani all’estero, Claudio Colangelo è libero. Terzi: Successo della Farnesina

Claudio Colangelo, uno dei due italiani rapiti in India nei giorni scorsi, è libero. E’ apparso con gli occhi scavati e il viso molto tirato ai giornalisti della televisione Ndtv che lo aspettavano con una macchina all’uscita da un sentiero della foresta, ma sta bene.

Paolo Borusco, l’altro connazionale rapito, è ancora in mano ai sequestratori. E’ proprio dedicato a lui il primo pensiero di Claudio, che dice di essere “contento solo a metà”, visto che “il mio amico Paolo è ancora là dentro”.

Colangelo ha detto di essere stato trattato “assolutamente bene”: “Non ho nulla contro di loro, ma non posso accettare che qualcuno abbia rubato dieci giorni della mia vita”.

“Non vedo l’ora di tornare in Italia”, ha aggiunto il nostro connazionale, che ha spiegato di non avere idea dei motivi del sequestro: “Mi piace viaggiare, conoscere persone che vivono in modo diverso. Non credo di aver fatto mai nulla di male”.

TERZI, COLANGELO LIBERO PER EFFICACIA AZIONE SVOLTA Giulio Terzi Sant’Agata, ministro degli Esteri, definisce “un momento molto importante” la liberazione di Claudio Colangelo. Un momento che ha dimostrato “a grande efficacia dell’operazione che e’ stata svolta con il grandissimo sostegno delle autorità indiane che hanno avviato il negoziato e che continuano ad agire per la liberazione di Bosusco”. Allo stesso tempo, con la liberazione di Colangelo si dimostra “l’efficacia di un’azione svolta da tutto il sistema del Ministero degli Esteri, con un impegno, un’attenzione e una competenza straordinaria". “Ora – assicura il ministro – seguiamo con apprensione le sorti di Paolo Bosusco, è tutto positivo ma non abbassiamo la guardia".

FRATTINI, SODDISFAZIONE PER LIBERAZIONE COLANGELO ‘Esprimo la mia piu’ viva soddisfazione per la notizia della liberazione di Claudio Colangelo. Ho piena fiducia nel lavoro della Farnesina e nell’operato dell’esecutivo – prosegue Frattini – per riportare a casa anche Paolo Bosusco ed i due marò italiani fermati in India’. Così in una nota Franco Frattini, ex ministro degli Esteri.

NESSUN COMMENTO

Comments