Italiani all’estero, Caso Salamone: il bluff di Picchi e Fantetti (PdL) – di Ricky Filosa

Giovanni Salamone non ne sapeva niente: "Io coordinatore del PdL in Polonia? E dov’e’ uscita la notizia?". "Ma come, gli rispondo, Picchi e Fantetti, parlamentari del Popolo della Liberta’ eletti all’estero, hanno fatto girare un comunicato… ". "Mandamelo, voglio vederlo, io non sono al corrente di nulla". Incredibile.

Di cosa stiamo parlando? Della presunta nomina di Giovanni Salamone a Coordinatore del PdL in Polonia, annunciata ieri dai due esponenti del partito guidato da Angelino Alfano, con un comunicato nel quale fra l’altro era stato copiato e incollato un articolo che Giovanni Salamone aveva scritto per il nostro quotidiano online.

Ieri dicevamo che Giovanni avrebbe potuto fare almeno un altro intervento, da inserire nel comunicato della sua nomina. Ma sapete che c’è? Lui non lo sapeva neppure! Picchi ha "rubato" il nostro articolo e l’ha inserito nel comunicato stampa di sua spontanea volontà, spacciando il contenuto del pezzo per dichiarazioni di Salamone. Noi da parte nostra stiamo valutando azioni legali per proteggere il nostro copyright.

Leggete qui, se vi siete persi la prima puntata: La nomina di Coordinatore? Una medaglietta di cartone inutile Italiani all’estero e PdL, Giovanni Salamone non farti incastrare! – di Ricky Filosa

Torniamo all’amico Giovanni: "Picchi? Lo conosco da 36 ore, con lui solo uno scambio di email e nulla di più. Mi ha fatto delle proposte, ho chiesto tempo per valutare. Ho chiesto anche delle garanzie, che ancora non sono arrivate. E prima di accettare avrei voluto delle risposte, ero stato molto chiaro". Ma Picchi ha voluto fare di testa sua.

Ora, gli interrogativi da porsi sono diversi: e’ giusto nominare coordinatore una persona conosciuta per posta elettronica 36 ore prima? E’ serio? Certo, sulla persona di Salamone noi non discutiamo, abbiamo piena fiducia: ma Giovanni lo conosciamo da tempo, non da 36 ore.

E ancora: e’ giusto nominare coordinatore una persona, senza neppure informarla? E’ giusto copiare e incollare un articolo scritto per una testata giornalistica e spacciarlo per dichiarazioni da inserire in un comunicato stampa? No, nulla di tutto questo e’ corretto. A noi sembra l’ennesimo grande bluff di Picchi, che purtroppo sta trascinando con se’ nel precipizio anche Fantetti, troppo facilone e sempre pronto a lasciarsi condizionare.

Questa storia andava raccontata, per smascherare il "fantasma di Montecitorio", cosi’ come e’ conosciuto Picchi in certi ambienti. Ma a dire il vero, Picchi e Fantetti, lo ribadiamo, non sono da noi considerati Coordinatori del partito perche’ nominati da quel Caselli che non appartiene al PdL "da oltre un anno e mezzo", come dichiarato da lui stesso pubblicamente, durante un’intervista radiofonica. Aggiungiamo poi che non esiste alcuna carta scritta che nomina Picchi e Fantetti coordinatori.

Alfano, per favore ascoltaci, liberaci da certi personaggi che fanno solo male al partito. Picchi e’ uno di quei malpancisti che si incontravano in riunioni carbonare, pronto a fare il salto della quaglia e a passare con l’Udc. Aiutaci a fare grande il PdL nel Mondo, perchè per farlo dobbiamo poter contare su persone serie, non su certe mezze calzette della politica.

ricky@italiachiamaitalia.com

NESSUN COMMENTO

Comments