Italiani all’estero, Arnone (Fi): “Io aggredito verbalmente, vittima dell’odio grillino”

“Quando il confronto politico degrada nella violenza, significa che siamo in presenza di un crescente clima aggressivo che tanti seminatori d'odio, al grido di "onestà", non esitano ad alimentare”

Giuseppe Arnone

Il professor Giuseppe Arnone, candidato alla Camera dei Deputati – Circoscrizione Europa nella lista unitaria “Salvini-Berlusconi-Meloni”, è stato vittima di una aggressione verbale, da parte verosimilmente di un gruppo di supporter del M5s, al termine di un incontro elettorale tenutosi in un locale ad Anderlecht, in Belgio.

A seguito dell’aggressione, Giuseppe Arnone, stigmatizzando l’accaduto, ha dichiarato che l’increscioso episodio non limiterà il suo impegno nella campagna elettorale, aggiungendo che «quando il confronto politico degrada nella violenza, significa che siamo in presenza di un crescente clima aggressivo che tanti seminatori d’odio, al grido di “onestà”, non esitano ad alimentare. Una cartina al tornasole – conclude Arnone – di una politica che sta assumendo sempre più le sembianze di un coacervo privo di valori e comportamenti che ha tramutato piazze e social in una squallida arena dialettica».

Comments