Italiani all’estero, Angeli (PdL) interroga Terzi su consoli onorari in Argentina

Provvedere quanto prima alle nomine dei consoli onorari in Argentina presso le diverse sedi tuttora vacanti: questo, in sintesi, quanto richiesto dall’onorevole Giuseppe Angeli (Pdl) in una interrogazione al Ministro degli Esteri Terzi. 
 
Nella premessa, Angeli riferisce che il 5 gennaio scorso, "l’agenzia consolare di Concepcion del Uruguay ha comunicato che la signora Laura Canessa ha rinunciato al suo incarico di agente consolare onoraria; secondo la stessa comunicazione, i connazionali, fintanto che non avverrà la riapertura dell’agenzia, dovranno rivolgersi direttamente al consolato generale di Rosario; la questione – spiega Angeli – è che l’agenzia di Concepcion del Uruguay non è l’unica ad essere vacante in territorio argentino".
 
Angeli ricorda che in Argentina "esistono sette consolati generali in Argentina: Bahia Bianca, Buenos Aires, Cordoba, La Plata, Mar del Plata, Mendoza e Rosario; di seguito, secondo i dati del Ministero degli affari esteri sono riportate le circoscrizioni che al momento si trovano non rappresentate:
 
a) Consolato Generale d’Italia a Bahia Blanca:
 
S. C. de Bariloche (C.C.O.) – esiste una nomina provvisoria della signora Nerina Martiello Elflein;
 
b) Consolato Generale d’Italia a Rosario:
 
1) Santa Fe: (AC) Agenzia Consolare Onoraria a Casilda;
 
2) Buenos Aires: (AC) Agenzia Consolare Onoraria a Pergamino;
 
3) Entre Rìos: (VC) Vice Consolato a Paraná, (AC) Agenzia Consolare a Concepcion del Uruguay;
 
4) Chaco: (VC) Vice Consolato a Resistencia".
 
"È lampante la gravità della situazione vissuta in particolare dal consolato generale d’Italia a Rosario che deve ricoprire un territorio troppo vasto, vista la grande quantità di agenzie per le quali non è stato nominato alcun corrispondente; com’è noto, – prosegue Angeli – in Argentina risiede una comunità italiana numerosissima e il Paese è vastissimo. Quello di cui c’è estremo bisogno è di una rete più capillare di agenzie o uffici che siano un vero e proprio punto di riferimento per la comunità; certamente è un provvedimento che potrebbe avere un costo e siamo tutti consapevoli del momento di forte crisi economica che il nostro Paese, come tanti, sta attraversando. Una crisi che stiamo affrontando con misure importanti e, naturalmente con tagli ai costi su molti fronti; la Convenzione delle Nazioni Unite sulle relazioni consolari (ratificata dall’Italia con legge 9 agosto 1967, n. 804) prevede nel capitolo III, relativo alle norme del «Regime applicabile agli uffici ed ai funzionari dei consolati onorari», il Console onorario non è remunerato. Assicurano, quindi, senza alcuna spesa, l’assolvimento delle stesse mansioni svolte da quelli di carriera, costituendo così organi altrettanto efficienti nell’espletare servizi di natura rappresentativa nonché amministrativa".
 
Angeli chiede quindi al Ministro Terzi "se intenda urgentemente effettuare le nomine per coprire i posti vacanti e creare una rete più efficiente per l’intero territorio argentino che, si ricorda, accoglie una delle più numerose comunità italiane".

NESSUN COMMENTO

Comments