Italiani all’estero, Anfe a Marcinelle presenta iniziative per 2012. E ricordiamoTremaglia (VIDEO)

Questa settimana, a Marcinelle, l’Anfe – Associazione delle famiglie degli emigrati – ha presentato il calendario delle iniziative che ricorderanno, nel 2012, i dieci anni di attivita’ del museo del Bois de Cazier. Presente anche Sicilia Oggi.

Ruota proprio intorno alla tragedia di Marcinelle – l’8 agosto 1956 hanno perso la vita 262 minatori (136 erano italiani) – un progetto elaborato dall’Anfe di Bruxelles a cui la Regione e molti comuni siciliani hanno assicurato l’adesione.

Angelo Galvan e Silvio di Luzio sono i fondatori dell’associazione "Memoire du Bois de Cazier": il loro lavoro, la loro grande forza di volontà, ha impedito lo scempio della memoria, intestandosi una battaglia per la salvaguardia di questo "sacrario" della cultura del lavoro. Oggi, dopo che il sito e’ stato acquisito al patrimonio pubblico e a dieci anni dalla apertura del museo, l’associazione ha annunciato di aver raggiunto i suoi obiettivi e di aver avviato le pratiche per cessare la sua attivita’. Ogni pietra, ogni macchina, ogni foto, all’interno del complesso del "Bois de Cazier" ricorda lo sforzo, l’impegno, l’abnegazione di migliaia di persone costrette a lavorare in condizioni impossibili.

Francesco Attaguile, direttore del dipartimento affari extraregionali della Regione Sicilia, spiega: "La lezione storica di Marcinelle e’ oggi piu’ attuale che mai. Dobbiamo partire da qui per avviare iniziative permanenti che guardino al futuro della sicurezza del lavoro, della formazione e della integrazione dei migranti".

Marcinelle ci ricorda Mirko Tremaglia, parlamentare scomparso lo scorso 30 dicembre dopo aver lottato a lungo contro una brutta malattia. Lo storico ministro degli italiani nel mondo, infatti, ogni anno, l’8 agosto, saliva su un aereo diretto a Bruxelles per commemorare le vittime della tragedia. L’ultima volta ci è andato insieme al presidente della Camera Gianfranco Fini, con un volo di Stato. Quell’8 agosto, c’era anche ItaliaChiamaItalia. Qui di seguito il video che abbiamo girato in quella occasione.

NESSUN COMMENTO

Comments