Italiani all’estero, Ambasciatore d’Italia a Madrid ospite della Casa degli Italiani di Barcellona

 L’Ambasciatore d’Italia a Madrid, S.E. Leonardo Visconti di Modrone, sarà ospite della Casa degli Italiani di Barcellona, nel corso di una Cena di Gala Benefica in programma il 15 febbraio prossimo.
 
 Il ricavato della Cena andrà a sostenere le azioni benefiche della Casa in favore delle famiglie italiane in difficoltà, in forma soprattutto di borse di studio ai ragazzi della Scuola Italiana.
 
 "La Casa degli Italiani – scrive in una lettera ai soci il Presidente Giuseppe Meli – ha svolto durante i suoi 147 anni di esistenza un ruolo sociale importantissimo nei confronti della Comunità italiana a Barcellona. Di fatto oggi la Casa degli Italiani ha come obiettivo quello di mantenere la cultura e la lingua italiana sia con le scuole che con manifestazioni culturali ed inoltre di dare tanto assistenza benefica ai connazionali che ne hanno bisogno come assistenza scolastica, concedendo borse di studio che permettono ai bambini ed ai ragazzi più bisognosi di tutte le età di poter proseguire gli studi nella Scuola Italiana".
 
 "Ogni anno – si legge nella lettera – purtroppo aumentano le necessità e le richieste ed è per questo che il Consiglio di Amministrazione della Casa degli Italiani ha deciso di celebrare il prossimo 15 febbraio 2012 una Cena di Gala Benefica nel nostro rinnovato e prestigioso salone il cui ricavato sarà devoluto a questi fini benefici".
 
 "Abbiamo a questo proposito invitato il nostro Ambasciatore d’Italia a Madrid, S.E. Leonardo Visconti di Modrone, che – precisa Meli – ha confermato la Sua presenza e sarà quindi l’Ospite d’Onore della serata e, con l’occasione, avrà l’opportunità di salutare tutti i presenti; riteniamo doveroso sin d’ora ringraziare S.E. l’Ambasciatore in quanto, a conoscenza dei Suoi molteplici impegni, ha saputo trovare il tempo da dedicare agli italiani che viviamo a Barcellona".
 
 "Il programma della serata – chiosa il presidente Meli – prevede, oltre ad un aperitivo ed alla cena in tipico stile italiano, un breve concerto con arie d’opera e di musica italiana e naturalmente il saluto di S.E. l’Ambasciatore d’Italia".

NESSUN COMMENTO

Comments