Italiani all’estero, Monti: bene libertà marò in India, ora riportarli in Italia

Newly appointed Prime Minister Mario Monti speaks to reporters following a talk with Italian President Giorgio Napolitano at the Quirinale palace in Rome November 13, 2011. ANSA/GIUSEPPE LAMI

"Esprimo la viva soddisfazione del Governo e mia personale per la liberazione, avvenuta oggi su cauzione, dei nostri maró Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, detenuti da oltre tre mesi nel Kerala (India) a seguito di un incidente avvenuto in acque internazionali. Ho porto telefonicamente i sentimenti di gioia del popolo italiano al maresciallo Latorre e al Secondo Capo Girone e ho potuto constatare la loro forza e fierezza, malgrado la dura esperienza di questi mesi’. Lo afferma il presidente del Consiglio Mario Monti in una nota. "Un obiettivo importante della nostra azione è stato cosí raggiunto. Ma la conclusione finale che vogliamo, per la quale abbiamo lavorato fin dal primo giorno con determinazione nei confronti delle autorità indiane di ogni livello – prosegue- è il ritorno in Italia dei nostri militari’.

"Il risultato oggi conseguito è frutto dell’incessante impegno dei Ministri della Difesa, degli Esteri, della Giustizia e delle rispettive Amministrazioni, nonch‚ dello stretto coordinamento al quale abbiamo improntato l’intera operazione, rivolta ad una finalità cosí rilevante non solo per i due militari, ma anche per la dignità nazionale dell’Italia, profondamente sentita dall’opinione pubblica e dalle forze politiche”. "Trovo significativo che la liberazione sia avvenuta proprio nel giorno della festa della Repubblica e all’indomani di un altro risultato significativo: la rapida liberazione di Modesto Di Girolamo, sequestrato in Nigeria lunedí scorso. Anche per questo evento esprimo la soddisfazione del Governo e l’apprezzamento per tutti coloro che vi hanno contribuito".

NESSUN COMMENTO

Comments