Italiani all’estero, Di Biagio (Fli) a ‘Servizio pubblico’: Ecco come volevano comprarmi

Aldo Di Biagio i lettori più affezionati di Italiachiamaitalia.it lo conoscono bene. Eletto con il PdL nella ripartizione estera Europa, ha deciso di seguire Gianfranco Fini. Oggi è un deputato di Futuro e Libertà che si occupa, fra le altre cose, anche di emigrazione e italiani all’estero. Di recente è stato in Germania insieme a Italo Bocchino, Vicepresidente di Futuro e Libertà, e fra qualche settimana – sempre insieme a Bocchino – sarà a Londra, per incontrare i connazionali ivi residenti.

Di Biagio qualche settimana fa è finito sulla stampa nazionale perché ha raccontato a un giornalista del Fatto Quotidiano in che modo Denis Verdini avesse cercato di “comprarlo”: a Di Biagio sarebbero stati offerti, secondo quanto ha raccontato lui stesso, un milione e mezzo di euro per tornare all’ovile. Ma lui ha detto no.

Verdini ha smentito tutto, e lo stesso giorno in cui è uscita l’intervista, alla Camera dei Deputati fra il coordinatore PdL e il deputato Fli c’è stata un aspro scontro verbale – Verdini ha dato a Di Biagio del “pezzo di merda” -, che per poco finiva a cazzotti.

Ieri il finiano, in un’intervista andata in onda durante la prima puntata di “Servizio pubblico”, il nuovo programma di Michele Santoro, è tornato a ripetere un po’ le stesse cose che aveva raccontato al quotidiano schierato a sinistra.

Ecco il video della breve intervista al deputato eletto dagli italiani nel mondo

NESSUN COMMENTO

Comments