Italiani all’estero, Tacconi (Pd) visita la comunità italiana in Danimarca

L’On. Alessio Tacconi parteciperà il prossimo venerdì 27 maggio, ore 20, all’iniziativa "La comunità italiana incontra la politica" organizzata a Copenhagen dal Comites Danimarca. “Da sempre ho sostenuto che un rappresentante in Parlamento deve essere il più possibile vicino alla collettività che lo ha eletto. Ho quindi accolto molto volentieri l’invito del Comites Danimarca a partecipare a questa importante occasione di conoscenza reciproca e di dialogo”.
 
“L’incontro che avrò nel pomeriggio dello stesso giorno con l’Ambasciatore d’Italia Queirolo Palmas mi offrirà l’occasione – continua il deputato – per approfondire la conoscenza della presenza  italiana in Danimarca e dei servizi che la nostra rete diplomatico-consolare offre agli italiani lì residenti, mentre il successivo incontro con il Comites e con i connazionali che vorranno intervenire all’appuntamento informativo mi offrirà l’opportunità di un contatto diretto con i connazionali che rappresento in Parlamento”.
 
"Con l’occasione – aggiunge Tacconi – discuteremo sicuramente anche del prossimo referendum confermativo in merito alla riforma costituzionale recentemente approvata dal Parlamento, che chiamerà al voto anche tutti gli italiani residenti all’estero. Sarà una ottima occasione per far comprendere come il "Sì" al quesito referendario sia una conferma della volontà di modernizzare la nostra Costituzione, abbattere i costi della politica, snellire e rendere più efficienti i meccanismi della struttura politica ed istituzionale del Paese."

“Sono sicuro – conclude l’eletto all’estero – che dalla prossima serata informativa potrà nascere un’utile e proficua collaborazione con il Comites Danimarca di cui mi piace sottolineare la  giovane età media dei membri: il coinvolgimento delle nuove generazioni fa ben sperare che tali organi di rappresentanza, lungi da una graduale agonia che la crudele progressione dei dati anagrafici renderebbe inevitabile, possano essere rivitalizzati nella misura in cui il dinamismo e la capacità propositiva di chi ne fa parte è in grado di lanciare iniziative che ne rendano visibile la presenza e utile l’azione”.