Italiani all’estero, sottosegretario Giro in Cile: Italia sempre vicina e solidale

"Il Cile e’ nel cuore dell’Italia, con un’amicizia nata con la nostra emigrazione e rafforzatasi negli anni del golpe e della dittatura". Lo ha detto il sottosegretario agli Esteri Mario Giro a Santiago per partecipare alla cerimonia di insediamento del presidente del Cile, Michelle Bachelet.

"In quegli anni difficili – ha proseguito – l’Italia tutta diede prova di grande solidarieta’ e vicinanza. Una buona parte dell’attuale classe dirigente cilena si e’ formata in Italia o ha origini italiane, come la ministra della cultura Claudia Barattini, una ventina di parlamentari e importanti imprenditori di origine italiana". E proprio con la ministra, che durante la dittatura di Pinochet fu accolta in Italia, il sottosegretario ha avuto un incontro per presentare il programma dell’anno della cultura "Italia in America Latina", che iniziera’ nel 2015. Giro ha visto anche il nuovo ministro della Difesa, Jorge Burgos, con il quale ha passato in rassegna i principali temi della collaborazione tra i due Paesi nel campo della difesa.

"Le relazioni tra Italia e Cile si proiettano verso la costruzione di un futuro condiviso: c’e’ sintonia sul sostanziale apporto che le Pmi possono dare allo sviluppo dei rapporti economici fra i due Paesi. Da parte cilena c’e’ un crescente interesse per le eccellenze italiane nel campo del restauro e della tutela del patrimonio artistico e architettonico. La cooperazione scientifica e’ intensa e il Cile ospita universita’ e centri di ricerca tra i piu’ importanti in America latina. Sono in vigore ben 161 accordi tra istituzioni accademiche italiane e cilene" ha concluso il sottosegretario.